Spiegazione del funzionamento del motore a metano

7516 0
7516 0

Le auto a metano rappresentano una delle scelte di mercato abbastanza importanti nell’ambito dell’alimentazione che guarda al futuro.

Ad oggi parlare di auto a metano vuol dire parlare di veicoli che abbassano notevolmente quelli che sono i livelli di emissioni gassose nocive, un tema molto importante che fa discutere ogni giorno su quello che potrebbe essere lo scenario migliore a cui approdare per un futuro meno dominato dall’aria irrespirabile, specie all’interno delle grandi città.

Cosa è il metano

Un cambio di rotta, oggi, si rende necessario considerate quelle che sono le condizioni di salute dell’aria e, di conseguenza, quelli che sono i grandi rischi per la salute dell’uomo. I carburanti tradizionali hanno messo in evidenza i loro limiti in questo senso e il loro livello di inquinamento, per quanto possa essere controllato, rimane a livelli allarmanti.

Una delle scelte più ecologiche che oggi viene presentata è il metano, un gas naturale che si compone di un atomo di carbonio e quattro di idrogeno, legati insieme. Le sue caratteristiche principali sono combustione spontanea e il bassissimo grado di inquinamento una volta bruciato.

Il suo utilizzo nel settore automobilistico è stato pensato immediatamente dopo la grande diffusione del GPL, meno inquinante dei carburanti liquidi tradizionali ma in ogni caso un gas derivante dal petrolio.

Caratteristiche funzionamento

Il funzionamento del motore automobilistico a metano non è molto diverso da quello tradizionale a benzina e la presenza sul mercato di versioni di auto a doppia alimentazione benzina / metano, ne è una grossa testimonianza.

Ovviamente cambia il carburante, al posto della benzina viene iniettato dentro ai cilindri metano, per provocare la combustione che genera il movimento.

Quello che cambia a livello tecnico è la presenza di un riduttore, necessario a controllare il livello di pressione che il gas presenta naturalmente, abbastanza elevata e la presenza di serbatoi di stoccaggio del gas, in molti casi posizionati all’interno del vano bagagli.

I vantaggi derivanti dall’utilizzo di un’auto a metano son molteplici per l’automobilista: innanzitutto si tratta di auto dal ridotto potere inquinante, molto inferiore a quello dei carburanti tradizionali; non è da sottovalutare il risparmio economico, un kg di metano costa molto meno di un litro di benzina a parità di km percorsi e il motore può funzionare con un carburante più pulito che lascia meno residui, il che vuol dire puntare sulla salute del propulsore nel corso del tempo.

Oggi il metano divide la scena con l’elettrico, ma quale sarà davvero il futuro a quattro ruote?

Ultima modifica: 23 gennaio 2018