Turbocompressore auto: funzionamento, costi e manutenzione

10009 0
10009 0

Sei alla ricerca di un turbocompressore per auto? Vuoi trasformare la tua auto aspirata in turbo. Ecco come acquistare il turbocompressore ai migliori prezzi di mercato.

Voglia di ridurre i consumi, le emissioni di CO2 e voglia di incrementare i cavalli? Ecco la giusta occasione per elaborare la tua auto, mediante l’installazione di un turbocompressore che aiuta a migliorare le prestazioni della tua auto.

Il turbo compressore consente di incrementare il volume d’aria presente all’interno di un motore, non aspirando l’aria dall’esterno, in modo tale da migliorare la performance del veicolo stesso.

Due sono i componenti essenziali che costituiscono e formano il turbocompressore: essi sono uniti tra di loro da un corpo centrale, un alberello, una struttura rigida che collega la turbina con il compressore.

Il turbocompressore è in grado di sfruttare l’azione combinata della turbina centripeta, messa in azione grazie alla pressione esercitata dai gas di scarico, che agisce sull’albero ovvero sulla parte centrale del termo compressore che unisce le due chiocciole. Turbina e compressore sono provvisti di palette ruotanti, dette “giranti” che girano e sono collegate tra loro mediante la presenza dell’albero.

La turbina entra in funzione con i gas di scarico riscaldati e il compressore si mette in azione grazie alla pressione dell’aria che deve comprimersi. Come si può ben comprendere il funzionamento del compressore è molto semplice.

Il motore deve essere alimentato dall’aria e, ovviamente dal carburante, di cui la quantità consumata ha un impatto sulle performance stesse del motore e del veicolo.

Questa modalità di funzionamento ha ripercussioni sulle caratteristiche peculiari ascrivibili al turbocompressore: nella fase iniziale il motore risponde in maniera graduale e va su di giri dopo alcuni secondi raggiungendo una successiva eccezionale crescita di potenza con notevoli risparmi di energia e con una minore emissione di CO2.

Si deve, comunque, sottolineare che è necessario tenere in debita considerazione i limiti che il turbocompressore deve rispettare.

I problemi che un turbocompressore deve affrontare riguardano quelli di detonazione e i possibili danni che si possono arrecare al motore stesso. Per evitare questi problemi, occorre utilizzate delle valvole wastegate, preposte per eliminare i gas in eccesso. Grazie alle valvole wastergate è possibile inibire un’eccessiva rotazione della turbina.

Per il buon mantenimento del turbocompressore occorre prestare attenzione all’olio lubrificante utilizzato e, soprattutto, durante la stagione invernale, occorre avere l’oculatezza di fare scaldare il motore prima di aumentare di giri.

Quanto costano i turbocompressori? Hanno prezzi piuttosto esosi e se poi vengono installati grazie da un meccanico, il prezzo lievita ancora di più a causa del costo della manodopera. Se si acquista il turbo compressore nuovo, originale e garantito i prezzi si aggirano sulle 800-900 euro. Si può optare anche per l’usato ma, in effetti, il risparmio può celare brutte sorprese.

Ultima modifica: 24 luglio 2017