Radiazione auto: cosa è e come farla in maniera efficace

9539 0
9539 0

Per radiazione dell’auto, si intende la pratica di cancellazione della stessa dal registro del Pra. Esaminiamo nello specifico il procedimento.

Quando vogliamo cancellare la registrazione della nostra auto dal Pubblico Registro Automobilistico, dovremo effettuare la radiazione dell’autoveicolo. Questa operazione è finalizzata ad esonerare il proprietario del veicolo dal pagamento del bollo auto, ovvero la tassa di circolazione.

Cosa è la radiazione

La radiazione è quel procedimento che, di fatto, pone fine alla vita di un autoveicolo. Tramite la cancellazione del proprio autoveicolo dal Pubblico Registro Automobilistico, non sarà più legale utilizzare l’autoveicolo e condurlo sulle strade italiane.

La radiazione della propria auto, per la conservazione dello stesso su suolo privato, ai fini di non pagare la tassa del bollo, non è più consentito. Sarà importante annotare la radiazione al Pra, prima della scadenza del bollo auto. In caso contrario si è costretti a provvedere al pagamento del bollo successivo.

Quando radiare un’auto

Esistono alcune ragioni per le quali effettuare la radiazione del vostro autoveicolo. Dovrete effettuare questa operazione se avete intenzione di demolire il vostro autoveicolo, esportarlo all’estero, o in alternativa per una cancellazione d’ufficio.

La radiazione finalizzata alla demolizione, integra la stessa destinazione alla rottamazione. I rottami d’auto sono caratterizzati dal fatto di essere altamente inquinanti: per queste ragioni la materia della rottamazione viene disciplinata in modo molto preciso.

Se avete intenzione di immatricolare la vostra automobile in un paese estero, sarà necessario annotare l’avvenuta radiazione al Pra. Le pratiche di radiazione dovranno essere effettuate presso lo Sta, ovvero lo Sportello Telematico dell’Automobilista. Lo Sta pubblico è attivo presso gli uffici della Motorizzazione Civile e gli uffici provinciali del Pra.

Infine la radiazione viene effettuata per la cancellazione d’ufficio. Qualora non dovesse essere stato pagato il bollo per tre anni consecutivi, la regione destinataria del tributo, notificherà al proprietario la richiesta di pagamento. Qualora la posizione non dovesse essere regolarizzata entro 30 giorni, il veicolo verrà cancellato dal Pubblico Registro Automobilistico. Successivamente gli organi di Polizia, provvederanno a procedere al ritiro d’ufficio delle targhe e della carta di Circolazione. Per interrompere questa azione forzata, sarà necessario provvedere al pagamento degli insoluti relativi ai bolli non pagati nel corso degli anni.

Documenti necessari

Per effettuare le operazioni di radiazione e cancellazione del vostro autoveicolo dal Pubblico Registro Automobilistico, sarà necessario presentare la Carta di Circolazione dell’autoveicolo.

Ultima modifica: 5 gennaio 2018