Gomme 4 stagioni: normativa e prezzi

48942 0
48942 0

La gomma quattro stagioni, detta anche All Season o Four Season, ci consente di circolare tutto l’anno, a condizione di rispettare la comunicazione n.1049 del 17 gennaio 2014 del Ministero dei Trasporti: le gomme 4 stagioni devono avere un indice di velocità pari o superiore a quello dichiarato sul libretto di circolazione”.

Se inferiore esistono 3 soluzioni:

  1. utilizzare le gomme esclusivamente tra il 15 ottobre e il 15 maggio;

  1. adottare nuove gomme con un indice di velocità corretto;

  1. sostituire i pneumatici 4 stagioni con quelli estivi.

Circolare con pneumatici non conformi comporta sanzioni amministrative salate da 419 a 1682 euro.

I prezzi delle Four Seasons possono variare dai 30 ai 234 euro, in base alla qualità del pneumatico ed alla misura del cerchio.

Cosa sapere sulle gomme 4 stagioni

Le gomme 4 stagioni hanno avuto una rapida diffusione in tanti paesi europei. In Italia, solo negli ultimi anni c’è stato un incremento di vendite e, nel 2016, è stata raggiunta la soglia del 25% del mercato.

Le gomme 4 stagioni si differenziano per 2 caratteristiche principali:

  • alto contenuto di silice nella mescola. Il silice mantiene un’alta morbidezza anche in caso di temperature prossime allo 0°;

  • maggiore numero di lamelle nel disegno del battistrada. La presenza di tante lamelle assicura alla gomma una maggiore aderenza al suolo.

In entrambi i casi, le gomme riescono ad assicurare una migliore aderenza su quasi tutti i tipi di fondo stradale.

Le gomme 4 stagioni, così come le termiche, sono contraddistinte dalle lettere M+S (Mud – fango e Snow – neve) poste sul fianco del pneumatico stesso. Le lettere indicano una maggiore capacità di trazione su fondi viscidi, tuttavia, si tratta di una semplice autocertificazione da parte del produttore.

Diverso se nella gomma 4 stagioni insieme alla lettere M e S è presente l’omologazione 3 peaks mountain snowflake (3PMSF): riconoscibile per il simbolo di una montagna stilizzata con all’interno un fiocco di neve (da cui la denominazione, 3 peaks mountain snowflake), sono garanzia di un ottimo adattamento a diverse condizioni del fondo stradale.

Le case produttrici per ottenere l’omologazione devono superare una serie di prove alla presenza di un tecnico del Ministero dei Trasporti. Superati i test, il pneumatico presenta un’aderenza al suolo di oltre il 7%.

Differenze gomme 4 stagioni con gomme estive e invernali

Le gomme 4 stagioni, di solito sono una combinazione tra pneumatico estivo unito al disegno del battistrada invernale o viceversa.

Oltre alla maggior presenza di silicio e di lamelle nel disegno del battistrada (un numero troppo alto però porterebbe un attrito eccessivo che in estate deteriorerebbe la gomma più velocemente), rispetto ai pneumatici classici presentano 2 sostanziali differenze:

  • in inverno, i pneumatici 4 stagioni offrono maggiori prestazioni di una gomma estiva. Questo avviene perché la mescola del pneumatico estivo con le basse temperature si indurisce, causando una diminuzione della tenuta di strada e di conseguenza, della sicurezza;

  • in estate invece, le gomme Four Season offrono prestazioni superiori rispetto ad un pneumatico invernale, in quanto, si degradano meno.

Nonostante tutti gli sforzi della case produttrici, nel periodo invernale nei casi di pioggia, ghiaccio o neve è ancora evidente il divario di prestazioni della gomma termica rispetto alla gomma 4 stagioni.

Per rendere l’idea: i moderni pneumatici invernali garantiscono un’aderenza sul ghiaccio superiore alle gomme chiodate di una volta.

Vantaggi e svantaggi

Sconsigliate dai gommisti ma sempre più utilizzate dagli automobilisti italiani, i pneumatici All Season rappresentano un buon compromesso per chi vuole circolare in qualsiasi periodo dell’anno, in totale sicurezza.

Le gomme 4 stagioni offrono diversi vantaggi:

1. si adattano ad ogni superficie stradale;

2. in condizioni climatiche favorevoli possono durare 2/3 anni;

3. offrono la possibilità di circolare tutto l’anno (rispettando l’indice di velocità presente nel libretto)

senza avere un doppio treno gomme estive-invernali;

4. permettono di risparmiare sui cambi gomme ed eventuali costi di stock del secondo treno.

Le gomme 4 stagioni sono consigliate a chi non percorre molti chilometri all’anno (circa 10/15 mila) e, lo fa, in ambiente urbano, in zone di pianura e comunque in condizioni climatiche favorevoli, sia in estate sia in inverno.

Tuttavia, in condizioni climatiche estreme, le gomme 4 stagioni potrebbero portare degli svantaggi:

1. maggiore consumo di gomma e più rumore su fondi asciutti;

2. tempi di frenata superiori dovuti ad una minore aderenza su neve e ghiaccio;

3. i pneumatici costano di più rispetto a quelli invernali o estivi.

In definitiva, i pneumatici 4 stagioni sono un’ottima soluzione se utilizzati in determinate condizioni. Anche perché i prezzi sono più alti rispetto a un normale set di gomme estive o invernali.

I prezzi

Come accennato all’inizio del testo i prezzi variano in base al modello, alla casa produttrice, ma soprattutto alla misura del cerchio. Si parte dai 30 fino ad arrivare a 234 euro.

In base a recenti test, sviluppati tenendo conto dei più importanti parametri come:

  • la frenata su asciutto, bagnato e neve;

  • la tenuta di strada;

  • il rumore e l’usura.

Il risultato della combinazione di questi elementi, messo in relazione al prezzo, ha prodotto una classifica con le 5 migliori marche di gomme che vogliamo consigliare:

  1. Michelin CrossClimate.

La mescola innovativa le rende eccezionali in tutte le condizioni e temperature. Per essere il top della gamma, i prezzi sono abbastanza contenuti. Si va dai 57 ai 217 euro;

  1. Nokian WeatherProof.

Il brand più nordico per quel che riguarda il mondo dei pneumatici, le Nokian danno il meglio su superfici innevate. Prezzi da 54 a 108 euro;

  1. Vredestein Quatrac 5. Modello basato sulla precedente versione 3, ottimo sull’asciutto, meno sul bagnato e sulla neve. Il prezzo oscilla tra i 38 ed i 208 euro;

  2. Pirelli Cinturato AllSeason.

Ideali per l’asciutto e il bagnato, scarse le prestazioni sulla neve. Il prezzo minimo si aggira intorno a 56 euro, il più alto arriva oltre 400 euro;

  1. Maxxis All Season AP2

Ottimo rapporto qualità prezzo, il pneumatico più economico di questa selezione rende ottimamente sulla neve e sull’asciutto. Lascia però a desiderare sul bagnato. Da 32 a 208 euro.

Ultima modifica: 20 marzo 2017