Asfalto a freddo: cos’è e come funziona

1504 0
1504 0

L’asfalto è un materiale che è stato studiato e realizzato allo scopo di rendere migliore la viabilità nelle città ed anche nei più piccoli paesi, soprattutto con lo sviluppo delle automobili, che hanno garantito all’uomo di spostarsi ovunque nel mondo. È nato da una combinazione di elementi naturali, sia solidi che liquidi, composti dal cosiddetto “bitume”, o più semplicemente definito catrame, elemento rilasciato dal petrolio, che riporta, difatti, un colore nerissimo ed una viscosità permanente che lo caratterizza.Per le proprie caratteristiche e la propria natura è stato inserito anche nella serie dedicata ai cosiddetti “materiali bituminosi”.

Tuttavia, al giorno d’oggi, per far fronte alla scarsità come materia prima e ai costi di sradicamento, è stato sostituito dal cosiddetto “conglomerato bituminoso”, ottenuto da una combinazione di materiali fini e spessi quali la ghiaia, la sabbia e il bitume. Sull’asfalto si è continuato ad effettuare studi per mantenerne più a lungo le caratteristiche ottimali che dovrebbe avere e tra le innovazioni è stato realizzato il cosiddetto “asfalto a freddo”. Questo differisce per alcuni versi dall’asfalto che usualmente viene adoperato per ricoprire le nostre strade. Tuttavia, non è rivolto alla copertura di aree estese, poiché i costi diventerebbero ingenti e non riuscirebbe neanche a sopportare il peso di mezzi troppo ponderosi ad un frequente passaggio. Quanto lo rende ottimale è il fatto di poter essere utilizzato in qualsiasi situazione climatica, essendo in grado di resistere sia a temperature più calde che più fredde rispetto alla norma. Sono poche le aziende adibite alla sua vendita e può essere distribuito in sacchi che possono raggiungere una trentina di kg, in modo tale che possa essere utilizzato anche per il “fai da te”, ad esempio nei propri viali o in piccole stradine private.

Asfalto a freddo: quando si usa

Solitamente, viene utilizzato per andare a colmare delle buche che si trovano in zone già asfaltate, in modo tale da non dover ricominciare daccapo il procedimento di asfaltatura. In precedenza, soprattutto durante le stagioni più piovose, non riusciva a durare che pochi giorni, invece, con lo sviluppo tecnologico, si è riusciti a creare una combinazione per così dire permanente, o almeno più duratura della precedente.

Nel caso in cui abbiate intenzione di utilizzarlo nella vostra proprietà, gli esperti consigliano di farsi sempre assistere da un esperto, ma in ogni caso non è difficile la sua lavorazione e la sua efficienza è davvero assicurata.

Ultima modifica: 3 gennaio 2019