Come aprire e rilevare autoscuole

21745 0
21745 0

Tutte le informazioni necessarie su come aprire e rilevare autoscuole: la normativa, i titoli di agenzia, il locale da scegliere. Consigli utili.

Le autoscuole sono un punto di riferimento per chi vuole prendere la patente di guida. Superare gli esami e imparare a guidare un mezzo sono dei grossi ostacoli, facilmente superabili, se si è guidati in modo consapevole. La gestione dell’autoscuola e dei beni patrimoniali a essa connessi deve essere esclusiva, nonché permanente.

Il titolare dell’agenzia deve impegnarsi a fornire agli utenti iscritti l’adeguata attrezzatura tecnica e il materiale didattico/formativo essenziale.
Il locale in cui è ubicata la scuola guida deve essere almeno di 40 metri quadrati. L’investimento iniziale è sicuramente oneroso poiché servono appunto risorse per il materiale didattico e per i mezzi necessari per le prove pratiche, dunque per la guida.

La normativa

 

Per aprire autoscuole, è importante conoscere tutta la normativa che regolamenta questo settore. Ad esempio l’art. 123 del Codice della strada, art. 335 del Regolamento di esecuzione, decreto ministeriale nr. 317/1995, decreto ministeriale nr. 17/2011.

Successivamente, si devono analizzare i diversi elementi che deve garantire di possedere il titolare dell’agenzia:

  • essere maggiorenne e diplomato;
  • abilitazione in corso come istruttore di guida (esperienza biennale) o insegnate di teoria;
  • capacità finanziaria;
  • essere il proprietario di almeno un’automobile per svolgere le lezioni di pratica;
  • avere la gestione esclusiva e permanente dell’esercizio e dei beni patrimoniali;
  • fornire un’adeguata attrezzatura tecnica e didattica;
  • assumere insegnanti ed istruttori riconosciuti idonei dal Ministero dei trasporti in possesso di licenza all’insegnamento previo superamento dell’esame completo.

Dove aprire le autoscuole

 

In Italia, la legge impone che vi sia una scuola guida ogni 15.000 abitanti. Dal punto di vista burocratico e normativo è dunque necessario fare molta attenzione, verificando subito se nel vostro comune tale limite sia già stato raggiunto.

In secondo luogo, è necessario scegliere una sede che sia distante almeno 1 km da un’altra autoscuola. Dovrete allora procedere con l’apertura di una Partita Iva o con la costituzione di una società, presentando all’ufficio provinciale di riferimento la Segnalazione Certificata di inizio attività. Per aprire una scuola guida è necessario avere almeno 50mila euro di investimento iniziale.

Rilevare autoscuole

 

Rilevare autoscuole anzichè aprirne di nuove, può presentare alcuni pro e contro. I principali vantaggi:

  • Attività conosciuta. Questo eliminerebbe in parte i costi da sostenere per la pubblicità di avvio attività;
  • Avere già una clientela. Rilevando autoscuole già avviate, si presume che queste abbiano già una clientela sviluppata nel corso degli anni. Potrebbe essere una buona base da cui partire.

I principali svantaggi:

  • Cattiva reputazione. Prima di acquistare una scuola guida, fate un’indagine approfondita sulle motivazioni che spingono il titolare di agenzia a vendere. Visitate la zona e soprattutto, chiedete informazioni in zona su quella attività e la reputazione che si è fatta nel corso degli anni;
  • Alti costi di gestione.

Tutte le autoscuole esistenti e quindi abilitate, non dipendono dalla Provincia di competenza.

Ultima modifica: 25 luglio 2017