Mercedes Classe A prova su strada, l’auto che ascolta e migliora

2983 0
2983 0

Mercedes Classe A prova su strada: la piccola mette la freccia. Il sorpasso è vocale. La nuova generazione della compatta della Stella a tre punte si presenta con un design rinnovato. Più sobrio, ma le grandi novità sono sotto il vestito. Il prezzo parte, per ora, da 29.900 per la 1.5 Diesel con cambio automatico. Ma in futuro arriveranno versioni più abbordabili con trasmissione manuale.

Listino Mercedes Classe A

Prova su strada Mercedes Classe A, l'auto che ascolta e migliora
Mercedes Classe A prova su strada, design rinnovato. Curatissima l’aerodinamica

MBUX, risponde e impara

Il sistema MBUX è il colpo secco che cambia le carte in tavola. Controlla i comandi vocali, è di serie su tutte le versioni. Basta pronunciare “Hey Mercedes?‘” per attivarlo. Dopo di che con tre semplici parole come “Portami al lavoro” oppure “Mercedes, ho caldo” Classe A fornisce risposte e indicazioni. L’assistente virtuale porta un aiuto reale. Serve qualche minuto per entrare in confidenza, ma poi è facile.

E MBUX impara il linguaggio dell’utente. E lo trasferisce su un cloud, così tutte le altre Classe A acquisiscono le novità (di lessico, non di privacy). E come su internet rileva – mantenendole però private – le abitudini dei guidatori. Riproponendole. Ad esempio se qualcuno, il tal giorno o alla tal ora abituale, si è dimenticato di telefonare alla fidanzata o alla mamma.

Un passo in avanti. Classe A mutua tecnologie dalle sorelle maggiori, da Classe C e Classe S, confermandosi una vettura degna del rango del Marchio. Ma l’assistente vocale esordisce sulla piccola della gamma: una primizia dal “basso”. Questo sistema, al momento non l’hanno nemmeno le regine del Marchio.

Chiaro segnale di Mercedes, che punta sul grande interesse del pubblico giovane per questi sistemi. E’ un dato di fatto che ai giovani piacciono gli smartphone. Ecco l’auto che si governa (in parte) come un iPhone. MBUX funziona un poco come Siri di Apple.

Lo scenografico accoppiamento dei due schermi da 10,2 pollici

Schermi spettacolari

Altra grande novità, assieme a un nutrito sistemi di assistenza alla guida (molti a pagamento: listino Classe A) è il doppio schermo digitale. Di serie su tutte le versioni. Parte da una configurazione da 7 pollici per la strumentazione e 7 pollici per il display sulla plancia. Per arrivare a quella che vedete nelle foto, con la coppia da 10,2 pollici. In ogni caso la grafica è spettacolare, sviluppata con Nvida, specialista dei videogame più realistici.

Molto belli gli interni. Il salto di qualità con la generazione passata è evidente. Esordisce in opzione anche l’head-up display, che trasmette le informazioni sul parabrezza.

Tre motori. Per ora niente versioni ibride

Aggiornati anche i motori. Per ora ci sono il 1.5 Diesel (di origine Renault) da 116 cavalli e 260 Nm di coppia. E i due benzina. Il 1.3 (sempre con know how francese, ma costruito da Mercedes in Germania) da 163 cavalli e 250 Nm di coppia. E il 2.0 benzina da 224 cavalli e 350 Nm di coppia. Tutti e tre sono abbinabili col cambio automatico a doppia frizione a sette marce (diverso per il 2.0), il 1.3 benzina anche col manuale a sei. Per adesso.

Arriveranno anche altri propulsori. Indicativamente il 2.0 Diesel. Non sono previsti al momento powertrain ibridi plug-in o mild hybrid.

Mercedes Classe A prova su strada: consumi molto contenuti

Abbiamo provato Mercedes Classe A sulle bellissime strade tra Splalato e Sebenico. I tratti misti della costa della Dalmazia (Croazia) hanno esaltato le qualità del mezzo. L’assetto è ribassato di 15 millimetri, il Dynamic Select permette di scegliere le modalità di guida. Che sono Eco, Comfort e Sport. A richiesta le sospensioni regolabili.

L’aerodinamica efficientissima (0,25 di coefficiente, un record per la categoria), l’insonorizzazione curata (un salto da gigante rispetto alla serie uscente) e un comfort di alto livello (al retrotreno asse ponte torcente o multi-link secondo la potenza) la rendono degna del rango delle grandi Mercedes, considerate le viaggiatrici per eccellenza.

Mercedes Classe A prova su strada, da Spalato a Sebenico

La qualità percepita e reale è superiore. Migliorate anche l’abitabilità e il bagagliaio (capacità di 370 litri, contro 341) grazie a dimensioni importanti per la categoria, 4,42 metri di lunghezza.

Mercedes punta molto sul 1.3 turbo benzina, realizzato con Renault. Un motore generoso, i 163 cavalli sono progressivi, non scatenati. La disattivazione di due cilindri quando non è richiesta la potenza massima permette di contenere i consumi.

Diesel ancora über alles

La 1.5 Diesel, la A 180 d (sempre propulsore della Régie, ottimizzato dai tedeschi) ha mostrato doti di efficienza difficilmente eguagliabili. Nel nostro test ha tenuto percorrenza superiore a 20 km/litro, senza essere trattata con i guanti. Anzi. Il tutto con emissioni di CO2 a livello delle migliori ibride: 108 g/km.

Sono quattro gli allestimenti, Executive, Sport, Business e Premium. Nuova Classe A sarà in concessionaria a maggio.

Ultima modifica: 22 aprile 2018

In questo articolo