Honda HR-V, l’efficienza del sistema full hybrid e:HEV

470 0
470 0

La terza generazione di Honda HR-V sarà in concessionaria entro fine 2021. Sarà disponbile esclusivamente col powertrain ibrido. Fedele al programma della Casa giapponese, che prevede di elettrificare tutti i suoi principali modelli entro il 2022. Un piano chiaro.

Leggi ora: la presentazione del modello

Il sistema elettrificato si chiama e:HEV, già noto su CR-V e Jazz, ma con alcune differenze. Rispetto alla più piccola Jazz il numero di celle della batteria è stato incrementato da 48 a 60, per avere più efficaci stoccaggio e rilasciodell’energia. Ridotto anche il rapporto di trasmissione tra motore elettrico e ruote, per una risposta più celere e fluida.

Coppia e potenza del sistema ibrido

Il sistema beneficia del lavoro di due motori elettrici, del 1.5 benzina a ciclo 1.5 a ciclo Atkinson, e della batteria agli ioni di litio e una trasmissione a ingranaggi fissi abbinata a un’unità di controllo: la potenza di sistema è di 131 cavalli per una coppia di 253 Nm: valori interessanti.

Honda HR-V, il SUV compatto diventa solo ibrido

Per garantire la migliore marcia .L’unità di controllo è deputata a “leggere” lo stile e le condizioni di guida per alternare la propulsione termica, ibridaed elettrica. Esempio classico: in autostrada lavora solo il 1.5 benzina, in accelerazione interviene l’ibrido a dar man forte, nel traffico urbano si viaggia spesso in elettrico. Secondo logica.

Sono presenti  tre modalità di guid;a Sport, Econ, Normal. C’è anche la modalità B, che offre livelli variabili di recupero dell’energia durante la marcia in discesa o in frenata. Il livello di recupero di energia e la conseguente forza di decelerazione possono essere notevolmente aumentati rispetto alla normale modalità D, utilizzando le apposite palette poste dietro al volante. Un esercizio che sarà sempre più comune.

Leggi ora: Honda Prologue: arriva nel 2024 il nuovo SUV elettrico

Ultima modifica: 2 agosto 2021