GM spinge per le emissioni zero: 7 milioni di elettriche nel 2030

425 0
425 0

General Motors ha rilasciato un comunicato ufficiale sul futuro a zero emissioni. La proposta del colosso americano mira alle norme che regolamenteranno la circolazione dei veicoli nel quinquennio 2021-2026. Verrà presentata davanti alla commissione Safer Affordable Fuel-Efficient (SAFE).

Mentre il Governo degli Stati Uniti va nella direzione di affievolire la morsa contro i motori tradizionali, GM prende una strada diversa. Al momento solo la California ha sposato la mobilità elettrica ed è infatti lì che i costruttori guardano maggiormente. Costruire automobili elettriche per la vendita in un solo stato non sempre è conveniente. E’ anche per questo motivo che queste auto risultano poco economiche e con raggi di percorrenza abbastanza limitati. Introdurre un programma a livello nazionale rimuoverebbe l’incertezza che circonda l’elettrico.

L’obiettivo di GM è di avere 7 milioni di veicoli elettrici sulle strade americane nel 2030. Secondo tale proposta, i costruttori dovrebbero produrre veicoli elettrici per il 7% della loro gamma. Aumentando del 2% ogni anno si arriverebbe al 15% nel 2025, per salire al 25% nel 2030. Adottando questa strategia, gli Stati Uniti taglierebbero le emissioni di anidride carbonica di 375 milioni di tonnellate fra il 2021 e il 2030. “General Motors ha una visione coraggiosa e per concretizzarla servono azioni coraggiose“, ha detto il vicepresidente esecutivo Mark Reuss.

Ultima modifica: 29 ottobre 2018