Maserati, la trazione integrale intelligente. Prestazioni e sicurezza | VIDEO

3279 0
3279 0

Maserati, la trazione integrale intelligente sorprende. Sulle tre auto più moderne e accattivanti del Tridente, il SUV Levante, la berlina sportiva Ghibli e l’ammiraglia Quattroporte, c’è la Q4.

Come funziona

La Maserati partono sempre al 100% posteriore. Ma la coppia può esserespostata fino al 50% davanti, anche se raramente va oltre il 35%. Il tutto grazie a una Power Transmission Unit. Si tratta di una frizione multidisco a controllo elettronico, installata in una scatola di rinvio collegata all’assale anteriore mediante un semiasse, che in 100 millisecondi svolge questo lavoro. Ci sono quattro modalità. I.C.E. (Increased Control & Efficiency, che annulla la funzione di overboost del turbocompressore e tiene chiusi i flap di scarico fino a 5.000 giri/min), Normal, Sport e quella con tutti i controlli staccati.

Maserati, la trazione integrale intelligente

Il tutto è in sinergia con il Maserati Stability Program. Che controlla la trazione, il controllo elettronico dell’assetto, dell’ABS e ESP tramite la posizione del freno. Ci sono anche altre funzioni. LSD Limited Slip Differential, il differenziale autobloccante posteriore, il DWTB Dynamic Wheel Torque Distribution by Brake, il BTC – Brake Torque Control (controllo della ripartizione frenante). E infine ATC – Active Torque Control, il controllo della ripartizione di coppia.

Il sistema Q4 ha uno stretto parente nelle Alfa Romeo, la Giulia Veloce e lo Stelvio (infatti sono marchiati Q4).

Ultima modifica: 24 Marzo 2017

In questo articolo