Volkswagen al lavoro sulla ricarica wireless per le auto elettriche

1529 0
1529 0

La ricarica a induzione, e quindi senza collegamenti, per le auto elettriche è una delle innovazioni per le quali non c’è da chiedersi “se si farà”, bensì “quando si fara?”. Tra le aziende impegnate nella ricerca figura anche Volkswagen, che negli Stati Uniti ha dato il via a una collaborazione con l’Oak Ridge National Laboratory (ORNL) e l’Università del Tennessee, a Knoxville, per sviluppare un sistema di ricarica wireless per veicoli elettrici.

Qualcosa di concreto questa partnership l’ha già ottenuto, realizzando un sistema wireless in grado di erogare fino a 120 kW di energia, grazie a una bobina elettromagnetica polifase che offre al momento la più alta densità di potenza superficiale, ossia ben 1,5 megawatt per metro quadrato. Tradotto in numeri più semplici, il sistema di ORNL, Università del Tennessee e Volkswagen è paragonabile, in termini di efficacia, al fast charging di Porsche: una Taycan, ad esempio, può essere ricaricata all’80% in soli 10 minuti.

Il sistema deve ancora essere perfezionato, ma si tratta di dettagli: l’efficienza fino ad ora ottenuta è del 98%, con solo il 2% di energia sprecata in fase di induzione.

Xin Sun, direttore associato del laboratorio per l’Energia dell’ORNL, commenta così il progetto: “Siamo lieti di collaborare con Volkswagen per dimostrare la potente e ultra efficiente tecnologia di ricarica wireless di ORNL. Il nostro esclusivo design della bobina elettromagnetica multifase e l’elettronica di potenza hanno la capacità di fornire elevati livelli di trasferimento di potenza in un sistema compatto, possono ridurre l’ansia per l’autonomia dei veicoli elettrici e consentono di dare un’accelerata alla decarbonizzazione del settore dei trasporti negli Stati Uniti”.

Ultima modifica: 2 Novembre 2021

In questo articolo