Passato e presente di FCA al Festival della Velocità di Goodwood

2596 0
2596 0

Il Festival della Velocità di Goodwood è uno degli eventi più importanti del motorsport e FCA non mancherà. Dal 29 giugno al 3 luglio nel West Sussex, presente e passato del marchio saranno protagonisti. Tra la gara in salita, mostre a tema ed esposizioni di vetture storiche e attuali, la manifestazione richiama ogni anno circa 200.000 persone da tutto il mondo.

Al prestigioso evento prendono parte alcune preziose vetture storiche dei marchi Alfa Romeo, Abarth e Fiat appartenenti alla collezione di FCA Heritage. In particolare, il brand Alfa Romeo è presente con i modelli 1750 GT Am (1970), 33.3 litri Le Mans (1970), 155 V6 Ti DTM, Brabham BT45-Alfa Romeo. Sono tutte vetture appartenenti al Museo Storico Alfa Romeo di Arese, denominato “La macchina del tempo“. Completano lo schieramento la Lancia Delta Integrale (1991), la Lancia LC 2 (1983) e la Fiat 131 Abarth Rally Gr.4 (1976).

Le vetture d’epoca saranno esposte al Main Paddock e alcune di esse affronteranno la principale attrazione del Festival of Speed. Il percorso di due km “misto-veloce” della Goodwood Hillclimb. Queste rarità automobilistiche saranno accompagnate dalle ultime novità FCA.

Nell’occasione farà il suo debutto sulle strade del Regno Unito, Stelvio, il primo Suv prodotto da Alfa Romeo, che prenderà parte alla famosa Goodwood Hillclimb. Nell’esposizione saranno la pluripremiata Giulia, presente nella versione Veloce e con il modello top di gamma Giulia Quadrifoglio, la 4C Coupé e la Giulietta Veloce.

L’evento inglese è anche l’occasione ideale per conoscere da vicino le novità dello Scorpione. Dal nuovo Abarth 124 spider, vettura prestazionale sviluppata dalla Squadra Corse Abarth, alle Abarth 695 Rivale, appena presentata, e Abarth 695 XSR Yamaha. Spazio anche all’Abarth 124 Rally, un concentrato di pura tecnologia e prestazioni, nato dall’esperienza della Squadra Corse Abarth per riportare lo Scorpione sui tracciati da rally più gloriosi e impegnativi.

Ultima modifica: 23 Giugno 2017