Peugeot, pausa di riflessione sul futuro dei motori diesel

3264 0
3264 0

Peugeot, pausa di riflessione sul futuro dei motori diesel. Anche la Casa francese si interroga e potrebbe aggiungersi ai costruttori che hanno già detto basta ai diesel. Le norme sempre più restrittive, la tassazione e il calo della quota di mercato sarebbe alla base della decisione. Non definitiva, comunque. Peugeot continuerà a sviluppare i motori benzina ed elettrificati, ma ferma quello dei diesel.

Laurent Blanchet, direttore di prodotto del Gruppo PSA, sottolinea come questa pausa sia una decisione temporanea. “Il futuro dei diesel è incerto“, ha detto ad Autocar. “Dobbiamo capire se il mercato li abbandonerà. Abbiamo deciso di non sviluppare ulteriori evoluzioni della tecnologia diesel. Vogliamo capire cosa succederà“.

I numeri di mercato sono piuttosto evidenti. La quota dei diesel è scesa al 36% rispetto al 50% di inizio 2017. Tanti i fattori, sia quelli citati sia la decisione di alcune grandi città di vietarne l’utilizzo. “Abbiamo deciso che rinunceremo ai diesel se la loro quota sul mercato del 2022 o del 2023 sarà, ad esempio, del 5%. Se invece sarà nell’ordine del 30% allora la questione sarebbe decisamente diversa“, sottolinea Blanchet. “Penso che nessuno possa dire ora cosa sarà il mercato. La cosa chiara è che la tendenza indica un calo dei diesel“.

Ultima modifica: 4 Ottobre 2018