Harley-Davidson Panhead: caratteristiche e prezzi

5039 0
5039 0

Il Panhead è un altro dei motori realizzato dall’Harley-Davidson dal 1948 al 1965. È un propulsore bicilindrico a V stretta di 45° a carburatore, con una distribuzione caratterizzata da aste e bilancieri, due valvole per cilindro e trasmissione finale a catena. L’alimentazione è dovuta all’azione di un carburatore Linkert e l’avviamento, ovviamente, è a pedale, poiché quello elettronico fu realizzato soltanto dopo il 1965, con gli ultimi modelli delle Shovelhead. Il rivestimento in latta e i bilancieri in alluminio, conseguirono la formazione di potenti vibrazioni che influirono sulla fuoriuscita di olio lungo i tubi di scarico e i cilindri. Le candele sono di 14 mm, in sostituzione alle vecchie e ben più lunghe, da 18 mm.

L’origine del nome è legata alla sua curiosa struttura: difatti, i coperchi delle valvole, in alluminio, ricordano un tegame rovesciato, che in inglese viene indicato col nome “pan”. Il suo colore è stato, fin dalla prima verniciatura, il nero e la parte superiore ha cilindri e testate in alluminio, contornato da coperchi cromati.

La realizzazione di questo propulsore era avvenuta soprattutto per contrastare la concorrenza dell’Indian, il più grande marchio motociclistico rivale dell’Harley-Davidson, che negli anni del dopoguerra era riuscito a metterla in ombra, realizzando una coppia ed una potenza che fossero in grado di gestire delle moto dal volume e dal peso ingente. Ciò era stato possibile grazie all’aggiunta di innovativi accessori sia tecnici che estetici, che avevano reso il marchio addirittura più in voga dell’Harley-Davidson. La casa motociclistica non rimase, di certo, con le mani in mano, perciò si impegnò nella realizzazione di questa nuova macchina motrice, la cui cilindrata, rispetto ai precedenti modelli di 1.000 cm³, fu ampliata a 1.200 cm³, ed essa fu mantenuta anche per il seguente modello “Shovelhead”, che sostituì il Panhead dopo il ’65.

Nel corso degli anni, pur essendo stato sostituito da un nuovo motore, il Panhead ha continuato ad essere venduto e prodotto, rinnovato da innovazioni volte a soddisfare una clientela sempre più esigente, all’interno di un mercato sempre più in forte crescita, a partire dal dopoguerra in poi. Furono realizzate moltissime varianti, sia a livello tecnico che a livello estetico.

Anche le Harley-Davidson Panhead sono diventate delle moto d’epoca, tante sono iscritte anche all’albo storico e moltissimi sono gli appassionati che ancora oggi le ricercano sul mercato. I prezzi più bassi non scendono al di sotto dei 19.000€ e il prezzo massimo raggiunge all’incirca i 40.000€.

Ultima modifica: 30 Luglio 2018