Nuova Mercedes Classe C, elettronica al top. Prova su strada

17862 0
17862 0

Il compito non deve essere stato dei più semplici. Migliorare, in modo accorto, quello che è il modello di punta di Mercedes, con 415 mila vetture vendute in tutto il mondo solo nel 2017. Una storia, quella della classe C (nel 1982 il debutto della Baby- Benz 190), che ha origini lontane e che ha sempre avuto nell’ampia gamma, berlina classica, station wagon, coupè e cabrio, il segreto del suo successo. Oltre alla grande qualità del prodotto.

Nuova Mercedes Classe C 1, la famiglia. Coupé, Cabrio, Station Wagon e Berlina.

Più che un restyling a distanza di cinque anni, siamo di fronte all’intervento più radicale di sempre operato sulla classe C. Quasi rivoluzionario, che si può sintetizzare nel cambiamento dell’80% dell’architettura elettronica. Oltre ai 6.500 componenti so o stati modificati, molti dei quali facilmente visibili. Ereditati anche dalle sorelle maggiori.

Punto di forza i nuovi fari Multibeam con 84 led che si accendono separatemente, il volante ripreso dalla Classe S, il design del frontale, gli interni eleganti con sistemi multimediali da classe superiore e un display centrale, volendo, da 12,3 pollici ben visibile, con strumentazione completamente digitale.

Nuova Mercedes Classe C
Mercedes C 220 d

Ma oltre all’estetica c’è di più. I nuovi motori benzina e diesel (Euro 6d-Temp) che rappresentano forse la novità più interessante. Con un aumento di potenza e una riduzione dei consumi.

Importanti investimenti sono stati dedicati allo sviluppo dei modelli a gasolio, dove debutta la variante da 1.6. Gli uomini Mercedes tengono a precisare l’importanza di un motore tecnologicamente avanzato. Con valori di inquinamento estremamente bassi che possono garantire lunga vita al diesel tedesco.

Nuova Mercedes Classe C, motori più efficienti

Il quattro cilindri 1,5 benzina nella versione C 200, tra i modelli provati nei test drive a Gonnesweiler nel nord della Germania, è sembrato il più attraente. Il giusto compromesso su una vettura di alto livello, il cui prezzo parte dai 37.000 euro (coupè da 40 mila, cabrio da 48 mila).

Abbinato al cambio 9G Tronic, eccellente è risultato il comfort di guida, con ottima tenuta di strada. E una risposta puntuale nel cambio di velocità e la possibilità di scegliere quattro modalità di guida (Eco, Comfort, Sport) azionando un semplice pulsante.

Nuova Mercedes Classe C: la plancia.

Novità non trascurabile, in modalità sailing è possibile percorrere la discesa a motore spento, mentre in fase di decelerazione il freno motore recupera energia, concorrendo alla riduzione dei consumi. Lo star/stop funzione benissimo con una rapida accensione senza vibrazioni.

In fatto di assistenza alla guida non manca proprio nulla, con possibilità di una guida semiautonoma. La frenata d’emergenza, il cambio di corsia intelligente, i radar di nuova generazione. E ancora la telecamera che guarda fino a 500 metri di distanza di cui 90 in 3D, l’adattatore della velocità (Distronic) ad esempio in prossimità di rotatorie o incroci. Questi sono elementi che caratterizzano la Classe C. Per non parlare dell’invio di un messaggio sul proprio telefono nel caso in cui l’auto subisca urto da parcheggio, traino o tentativo di furto. Con tanto di visualizzazione sul display sull’entità del danno subito.

Nuova Mercedes Classe C, AMG al top

Quattro le linee estetiche differenti, Basic, Avantgarde, Exclusive. Mentre al top della gamba troviamo la C43 4Matic con motore AMG (prezzo che varia da 43 a 67.400 euro). Dotata di trazione integrale di serie, nuova griglia tipica del V8. E di ruote completamente ridisegnate, interni spiccatamente sportivi, grande agilità. Ma soprattutto con un biturbo 3.0 benzina da 390 cv (+23 rispetto al passato) che vola in meno di 5 secondi da 0 a 100.

Paolo Reggianini

Mercedes-AMG C 43 4MATIC, quattro vestiti per la sportiva versatile
Mercedes-AMG C 43 4MATIC Coupé. 390 cavalli.

Ultima modifica: 22 Giugno 2018

In questo articolo