Nissan Qashqai, prova su strada. Nuovi motori a benzina e poi l’ibrido

5582 0
5582 0

Qashqai, il crossover più venduto in Europa, anticipa i tempi ed è il primo modello Nissan col nuovissimo motore a benzina di 1.3 litri, fornito con due potenze, 140 e 160 cv, che in futuro avrà anche una versione ibrida.

Nissan Qashqai

Il perché ce lo spiega l’amministratore delegato di Nissan Italia, Bruno Mattucci. «L’industria dell’auto è a un bivio, dettato dalle nuove regole sulle emissioni da parte della Ue. A causa dei blocchi della circolazione ampiamente annunciati, ci aspettiamo che la domanda migrerà dal gasolio al benzina. Qashqai è il modello che più caratterizza Nissan, dunque è anche il primo ad anticipare i tempi».

Qashqai, che nel 2007 ha creato il segmento dei crossover, è leader del segmento da 11 anni con 2,3 milioni di unità vendute, di cui 312 mila in Italia. Il gruppo giapponese prevede che nel 2022 il 25% dei veicoli venduti sarà elettrificato (elettrico o ibrido) e che Nissan avrà il 45% delle auto elettriche.

Non dimentichiamo che già ora è leader con Leaf, l’auto elettrica più venduta al mondo. Il nuovo motore 1.3 benzina è frutto dell’alleanza strategica Renault-Nissan-Mitsubishi; la sua messa a punto ha richiesto 40 mila ore di test e 300 mila chilometri percorsi. Ne verranno prodotti un milione di pezzi all’anno e, ovviamente, non equipaggerà solo Qashqai, anche se più del 50% delle Qashqai adotterà questo propulsore che va a sostituire gli attuali 1.2 e 1.6 benzina.

E l’anno prossimo arriverà anche un 1.5 diesel da 115 cv, che rispetta le ultime severe normative sulle emissioni. Il nuovo 1.3 benzina riduce i consumi e il Co2 del 10%, l’ossido d’azoto (Nox) del 25% e il particolato del 50%. Ciò nonostante ha più potenza e più coppia dei suoi predecessori. R gode di un programma di manutenzione ridotto (ogni 30 mila chilometri invece di 20 mila).

Il 1.3 da 160 cv è più potente del 15% rispetto al 140 cv e può trainare 200 kg in più. I cambi sono manuale a 6 marce o automatico a doppia frizione a bagno d’olio a 7 rapporti (arriverà nel 2019). La trazione è solo anteriore. L’infotainment è completo e si basa su uno schermo touch da 7 pollici con riconoscimento vocale, compatibile Apple e Android. Disponibili di serie o come optional tutti i vari sistemi di assistenza alla guida.

Qashqai su strada a Barcellona

Il test drive, che si è svolto nei dintorni di Barcellona, ha messo in luce tutte le migliorie che questo motore vanta. Non solo sulla carta, ma anche in pratica. A noi è piaciuto molto il cambio automatico DCT. Che non presenta alcun vuoto né incertezza solitamente tipici di queste trasmissioni. Il 140 cv sembra molto più potente di quello che è. E il 160 cv non si discosta più di tanto dal suo fratello minore, ma il cambio a doppia frizione DCT è abbinato solo alla versione più potente.

Ottimo il rapporto qualità-prezzo: 22.050 euro per il 140 cv. E 23.760 euro per il 160 cv. Il diesel 1.5 da 115 cv che arriverà nel 2019 costerà invece 23.340 euro.

Cesare Paroli

Ultima modifica: 30 Ottobre 2018

In questo articolo