Milano, una Alfa Romeo city crossover anche per i neopatentati ?

3064 0
3064 0

Milano è una ipotesi del designer Gianmarco Giacchina di un city crossover Alfa Romeo. Solo su carta, ma c’è uno spiraglio concreto.

L’ufficialità della produzione di Tonale, dell’investimento per Panda ibrida, ha mosso una situazione statica. Anche l’arrivo a novembre di Stelvio e Giulia my 2020 contribuisce a un relativo rilancio.

Alfa Romeo Milano di Gianmarco Giacchina 3
Alfa Romeo Milano di Gianmarco Giacchina

Tra i buchi da riempire, ce n’è uno non banale per il Biscione. Nessun neopatentato può aspirare ad avere una Alfa Romeo nuova di zecca.

Senza MiTo per i giovani

E’ stato possibile fino a che è rimasta in produzione MiTo, uscita di produzione, assieme a Fiat Punto ad agosto 2018. Addio alla Segmento B sportiva e soprattutto ai neopatentati, per ragioni di potenza.

Alfa Romeo Milano di Gianmarco Giacchina 3
Render di Gianmarco Giacchina

Il ritorno però potrebbe arrivare con una “ruote alte” della categoria. La baby Jeep è un modello oggetto di rumors da oltre un anno. Dovrebbe essere realizzata sulla piattaforma di Panda 4×4, iconica fuoristrada tascabile.

Panda 4×4

Da qui nasce l’ipotesi di Alfa Romeo Milano, un baby crossover, sotto ai quattro metri di lunghezza, adatto anche ai neopatentati nelle motorizzazioni di ingresso. Una segmento B consentirebbe, almeno in Italia di fare numeri più importanti sul mercato.

Alfa Romeo Milano di Gianmarco Giacchina 3
Render di Gianmarco Giacchina

Ultima modifica: 25 Settembre 2019