Mercato auto usate a ottobre tra alti e bassi

1229 0
1229 0

Mercato auto usate a ottobre, ecco come è andato. Ennesimo bilancio in rosso ad ottobre per il mercato delle auto di seconda mano, che tuttavia almeno per le minivolture mostra interessanti segnali di ripresa. I passaggi di proprietà delle autovetture al netto delle minivolture (trasferimenti temporanei a nome del concessionario in attesa della rivendita al cliente finale) hanno chiuso il bilancio mensile in calo del 5,5% rispetto ad ottobre 2021. Al contrario, le minivolture hanno finalmente archiviato, dopo oltre un anno di contrazioni, una variazione mensile positiva del 13%.

Nonostante l’incremento registrato ad ottobre dalle prime iscrizioni, le compravendite di auto usate risultano ancora una volta più del doppio rispetto alle nuove immatricolazioni: per ogni 100 vetture nuove nel mese si è registrata la vendita di 205 unità di seconda mano sia nel mese di ottobre sia nei primi dieci mesi dell’anno.

A prevalere nelle compravendite dell’usato risultano sempre le alimentazioni tradizionali (benzina e gasolio), mentre la quota di mercato delle vetture ibride a benzina di seconda mano si attesta al 3,4%. Nei minipassaggi si conferma il primato delle auto diesel (51,8% di quota ad ottobre 2022, seppure in calo rispetto ad ottobre 2021, quando era il 55,5%), con un’incidenza di  ibride a benzina che raggiunge il 5,4%.

In ripresa ad ottobre i passaggi di proprietà dei motocicli, che al netto delle minivolture hanno messo a bilancio un incremento del 4,7% rispetto allo stesso mese del 2021.

I primi dieci mesi dell’anno

Nei primi dieci mesi del 2022 in confronto allo stesso periodo del 2021 i trasferimenti netti di proprietà hanno evidenziato variazioni negative dell’11% per le autovetture, del 5,8% per i motocicli e dell’8,9% per tutti i veicoli.

I dati sono riportati nell’ultimo bollettino mensile “Auto-Trend”, l’analisi statistica realizzata dall’Automobile Club d’Italia sui dati del PRA, consultabile sul sito  .

Non trova argine neppure nel mese di ottobre la crescita del parco circolante italiano. In profondo rosso ancora una volta le radiazioni di autovetture che hanno registrato un calo mensile del 22,6,%, evidenziando un tasso unitario di sostituzione pari a 0,73 nel mese di ottobre (ogni 100 auto nuove ne sono state radiate 73) e a 0,81 nei primi dieci mesi del 2022. In terreno negativo anche le radiazioni di motocicli, che ad ottobre hanno accusato un decremento dell’1,9% rispetto all’analogo mese del 2021.

Nei primi dieci mesi del 2022 rispetto allo stesso periodo del 2021 le radiazioni sono complessivamente diminuite  del 29,7% per le autovetture, del 3,1% per i motocicli e del 27,2% per tutti i veicoli.

Ultima modifica: 4 Novembre 2022