Dal 24 al 27 giugno torna “La Leggenda di Bassano” con Eberhard & Co

2114 0
2114 0

Cresce il fermento, i piloti studiano il roadbook da cima a fondo, le auto sono alle fasi finali di messa a punto per raggiungere Bassano del Grappa, da dove prenderà il via la 26esima edizione de La Leggenda di BassanoTrofeo Giannino Marzotto, gara di regolarità riservata alle auto Sport-Barchetta costruite fino al 1960, in programma dal 24 al 27 Giugno.

Eberhard & Co. per l’ottavo anno consecutivo sostiene in qualità di Partner e Official Timekeeper questa affascinante manifestazione, che raccoglie oltre 70 equipaggi provenienti da 3 continenti con 13 paesi diversi rappresentati, tra i quali Inghilterra, Germania, Spagna, Austria, Olanda, Lussemburgo, Argentina, Israele, Ecuador, Canada, USA.

Autovetture uniche sfileranno per i più spettacolari passi delle Dolomiti in un percorso ad anello con base a San Martino di Castrozza per un totale di oltre 480 km.

Bassano del Grappa sarà la cittadina protagonista di partenza e arrivo della gara come di consueto, ma il tragitto variato rispetto alle precedenti edizioni prevedrà una prima tappa di 140 km per salire in quota attraversando la Valsugana e approdare in serata a S. Martino di Castrozza.

La seconda tappa, la più impegnativa da 230 km, metterà alla prova i piloti che dovranno superare la Val di Fiemme con il Passo Pampeago, Cavalese, lambendo la città di Bolzano, Castelrotto, Selva di Val Gardena, Canazei e rientrare nella notte a S. Martino.

Il ritorno a Bassano domenica transiterà per Pedavena, Cornale e Valstagna, per terminare con la tradizionale passerella fino a Piazza Libertà, dove le auto saranno esposte per farsi ammirare in tutto il loro splendore.

Gioielli su quattro ruote sfrecceranno tra le strade di Veneto e Trentino-Alto Adige, come ad esempio l’Alfa Romeo BC 2900 A “Botticella” del 1936 (ex Scuderia Ferrari) e la rarissima BMW 328 Frazer-Nash del 1939, oltre a importanti esemplari di Bentley, Ferrari e Maserati e la presenza di O.S.C.A. tra le quali una TN 1500 del 1955 e una MT4 1500 del 1955.

La Leggenda di Bassano è iscritta al neonato Circuito Tricolore ASI, che riunisce 10 importanti manifestazioni del motorismo storico nazionale con l’obiettivo di promuovere la conoscenza e la valorizzazione dei territori sotto il Patrocinio del Ministero del Turismo.

Un evento che rappresenta per Eberhard & Co. un momento di grande rilievo dove poter incontrare gli appassionati di auto d’epoca, sia piloti che pubblico e poter così rinsaldare nuovamente il forte legame con il mondo della velocità e delle corse che vanta radici profonde sin dagli anni Novanta del Novecento.

Miki Biasion e Mario Peserico

Le parole di Mario Peserico, Amministratore Delegato di Eberhard Italia

“La situazione attuale finalmente sembra prospettare per i prossimi mesi un miglioramento delle condizioni e si prefigura un ritorno alla vita normale. Una manifestazione come la Leggenda di Bassano, realizzata con l’adesione di un corposo numero di equipaggi italiani ma soprattutto esteri rappresenta un segnale positivo in questa direzione”.

“Abbiamo voluto sostenere l’Organizzazione per essere vicini al pubblico, che finalmente potrà assistere numeroso alla gara, grazie alle minori restrizioni. Con gli appassionati di motori abbiamo infatti instaurato un rapporto ormai trentennale ed abbiamo ottenuto una forte riconoscibilità nell’universo delle gare d’epoca, a noi accomunato da valori come la tradizione, il recupero della preziosità del passato, affiancati da una ricerca costante d’innovazione”.

Miki Biasion e Mario Peserico

Ultima modifica: 15 Giugno 2021

In questo articolo