Kia Stonic, come va il crossover dinamico. Prezzo da 13.950 euro | VIDEO

49203 0
49203 0

Kia Stonic punta molto sull’impatto estetico. A ragion veduta e con le carte in regola. Il SUV compatto, o crossover urbano se preferite, ha nel design sportiveggiante e originale uno dei suoi pregi. Non superficiale, perché la bellezza, assieme al prezzo, è uno dei fattori decisivi quando si acquista un’auto nuova. E la Stonic porta in dote entrambe. Fino al 31 dicembre sarà in offerta con una promozione di 2.300 euro su tutta la gamma. Il che significa che la versione base, la Urban col 1.4 benzina aspirato da 100 cavalli, parte da un prezzo di 13.950 euro.

Listino e scheda tecnica  Kia Stonic

La Stonic ha dimensioni che la rendono polivalente. Lunga 4,14 metri, larga 1,76, alta 1,52. E un SUV del segmento B a trazione anteriore, con una vocazione prettamente stradale. Non cerca avventure, ma propone qualità dinamiche e un look vivace, ma non sfacciato. La modanatura nera lungo il profilo di tutta la carrozzeria è un tocco indovinato. Come le 23 combinazioni di colori, 7 per la carrozzeria e 5 per il tetto.  Resta pratica, con un bagagliaio da 352 litri (1155 con lo schienale abbattuto) e una buona abitabilità interna (passo di 258 cm) per quattro persone. Meno accogliente per cinque, ma si può fare, se non si è dei colossi.

 

Sono tre gli allestimenti, Urban, Style ed Energy. La dotazione è ricca fin dal primo di questi. Che offre già di serie il climatizzatore, le bocchette dell’aria posteriori e la radio touchscreen da  7” con sistemi di mirroring Apple CarPlay e Android Auto, Bluetooth e comandi audio al volante. La strumentazione in ogni modo è “classica“, ma non datata. E soprattutto intuitiva, facile da consultare e utilizzare.

Dotazione completa

Il più ricco Energy, che parte dai 21.250 euro (meno i 2.300 euro della promozione) per la 1.0 turbo benzina da 120 cavalli, punta anche sull’assistenza alla guida. Offre infatti l’assistenza alla frenata d’emergenza con rilevamento pedoni (AEB). E anche l’avviso superamento carreggiata (LDWS) e il rilevamento stanchezza del conducente (DAW).

Kia Stonic – Finanziamenti e noleggi

I motori

Punta alla sostanza la Stonic. A disposizione il benzina 1.4 aspirato da 100 cv (o il 1.2 da 84 per i neopatentati). E il più avanzato 1.0 tre cilindri turbo da 120 cavalli. E soprattutto da 172 Nm di coppia già a 1.500 giri. Entrambi abbinati con un cambio manuale a 6 marce. Il DCT automatico a doppia frizione arriverà al tre cilindri il prossimo anno. Poi c’è il diesel 1.6 da 110 cavalli (e 260 Nm di coppia) per gli stradisti. Nel futuro prossimo arriverà anche una versione a GPL. Al momento non sono previste versioni ibride o elettriche, ma ovviamente sono state “schedulate”.

Kia Stonic, come va il crossover dinamico su strada

La Kia Stonic mantiene quello che promette all’occhio. E’ una trazione anteriore, sincera: non mette mai in difficoltà. L’assetto rialzato non è rigido, regala una buona confidenza ed è votato un pizzico in più alla guida dinamica rispetto al confort. Ma non si esagera mai, come con lo sterzo, abbastanza preciso, ma non rigoroso. Un mix piacevole, che mette a proprio agio. Buono per quasi tutte le occasioni: l’unico appunto al contesto è per le plastiche rigide dei rivestimenti. Ben assemblate, ma un gradino sotto alla “scenografia” generale, pur non stimando di certo all’impatto visivo.

Tre possono bastare e avanzare

Il motore più interessante è certamente il 1.0 turbo benzina a tre cilindri. Adatto a chi non percorre troppi chilometri all’anno (diciamo entro i 15.000). Dotato di una buona riserva di potenza (120 cv) e soprattutto di elasticità (172 Nm da 1.500 giri, si diceva). Che gli permette di essere sempre pronto e anche godibile. Adatto alla massa della vettura (1185 kg) e capace di una disinvoltura notevole in ogni situazione. A 130 km/h in autostrada si viaggia a 3.200 giri in sesta: in un ottimo comfort acustico, senza fruscii. Da fermo le vibrazioni del tre cilindri si fanno sentire, ma una volta in moto il comportamento, eccetto le accelerazioni più brusche, è più che buono.

Un motore moderno, polivalente. I consumi rilevati sono stati lontani dai 20 km/litro dichiarati, ma di certo, con un passo tranquillo, ci si può assestare sui 15. La Stonic in questa configurazione ha mostrato ottime qualità. Auto flessibile e con una marcata personalità.

Ultima modifica: 7 Ottobre 2017

In questo articolo