FCA e Leasys, 130 Fiat e Jeep per i volontari Anpas

2249 0
2249 0

FCA Bank e Leasys intervengono a sostegno della comunità colpita dalla diffusione del Covid-19. Fornendo un supporto all’ANPAS, l’Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze.

Leasys ha messo a disposizione dei volontari 130 vetture appartenenti alla propria flotta, per aiutare a contrastare l’emergenza sanitaria nazionale. 

Grazie alla capillare rete di Leasys Mobility Store in Italia, i mille presidi delle associazioni iscritte all’ANPAS, impegnate su tutto il territorio nazionale, potranno contare su un valido sostegno nelle azioni quotidiane di consegna di farmaci, pasti e beni di prima necessità ai cittadini che non hanno la possibilità di spostarsi da casa.

ANPAS avrà 130 auto a disposizione. Utili anche per la consegna di tamponi per gli ospedali. E per spostare agevolmente personale impegnato nelle operazioni di sicurezza quali medici, infermieri, soccorritori e volontari. 

Le parole di Fabrizio Ernesto Pregliasco, Presidente Nazionale ANPAS.

“In momenti come questo, di grande sforzo da parte di tutti noi, ricevere l’aiuto concreto di FCA Bank e Leasys ci aiuta a portare avanti l’impegno non solo dal punto di vista operativo, per svolgere ancora meglio e in maniera ancora più efficace i nostri servizi, ma è anche e soprattutto un riconoscimento morale ed etico al nostro agire. Che ci fa sentire davvero accomunati in questa emergenza. A nome dei nostri centomila volontari, della nostra storia e delle comunità che andremo a servire, desidero ringraziare di cuore FCA Bank e i suoi preziosi collaboratori, che ci stanno fornendo il massimo appoggio per uscire quanto prima e più uniti da questo momento. GRAZIE”.

Le parole di ha affermato Giacomo Carelli, CEO di FCA Bank

“Ringraziamo vivamente l’ANPAS e tutti i suoi volontari che ogni giorno si mettono al servizio della comunità con grande coraggio e altruismo. Speriamo davvero che queste vetture possano rappresentare un valido sostengo al loro generoso e prezioso operato” .

Franz, Ale e Giacomo Carelli
Franz, Ale e Giacomo Carelli

Leggi anche: Coronavirus, il messaggio di FCA: inno alle strade #noicisiamo

Ultima modifica: 31 Marzo 2020

In questo articolo