Fiat Fullback test con Tony Cairoli. Il pick-up italiano | VIDEO

5322 0
5322 0

Fiat Fullback, ecco come va su strada, con un test con Tony Cairoli. Sotto la “cura” di uno dei più forti piloti di motocross di tutti i tempi, il pick-up italiano mostra di cosa è capace.

Il Fullback vanta un‘ampia capacità di carico e un alto grado di robustezza, grazie soprattutto a un telaio a longheroni. In dettaglio, tutte le versioni di Fullback sono alte massimo 1.780 mm, larghe fino a 1.815 mm e con un passo da 3.000 mm.

La lunghezza totale varia a seconda della configurazione: raggiunge  i 5.275 mm per la cabina estesa e 5.285 mm per la cabina doppia. Varia anche la lunghezza del vano di carico – 1.850 mmm per la cabina estesa, 1.520 mm per la cabina doppia. La portata è di oltre una tonnellata e la massa rimorchiabile supera le tre tonnellate.

Fullback ha proporzioni sportive grazie alla cabina protesa in avanti e ad uno sbalzo anteriore ridotto. Il frontale presenta un deciso “tocco” di stile italiano, in coerenza con il nuovo timbro stilistico del Brand. Le fiancate hanno nervature ben distinte che slanciano la linea e la parte posteriore è ben raccordata con la cabina.

Gli interni riflettono sia la funzionalità del veicolo da lavoro, sia il comfort e l’eleganza di un SUV alto di gamma. In particolare, gli ambienti sono declinati su due livelli. Il primo presenta una plancia essenziale ma nel contempo funzionale e completa di autoradio con lettore CD ed MP3, Bluetooth e comodi sedili in tessuto.

Il secondo offre una piacevole linea di interni curata nei particolari e nelle finizioni. Con plancia bicolore nero/silver e sedili in tessuto o in pelle.

FIAT FULLBACK LISTINO

Fullback è disponbile sia nella versione 4X2 (trazione posteriore) che nella versione 4X4 (trazione integrale). Tutte le versioni 4X4 sono equipaggiate con un selettore elettronico che permette l’inserimento della trazione integrale in modalità “part time” o “full time”.

La modalità “part time” o semipermanente è presente nelle versioni SX e prevede tre posizioni di guida. “2H”(percorsi stradali in condizioni ottimali) con trazione prevista sulle 2 ruote motrici posteriori. “4H”, selezionabile a velocità fino a 100 km orari, distribuisce la trazione sulle 4 ruote motrici consentendo una guida più sicura su percorsi stradali scivolosi e sconnessi. “4L”, fornisce marce ridotte per condizioni estreme fuoristradistiche.

FIAT FULLBACK SCHEDA TECNICA

La modalità “full time” o permanente è invece presente nelle versioni top di gamma LX. Caratterizzata dal differenziale centrale Torsen, supportato da 3 frizioni a controllo elettronico. Che gestiscono in tempo reale la trasmissione della coppia motrice alle ruote in funzione delle condizioni stradali e della velocità.

Quattro sono le posizioni di guida. Oltre alla “2H” e “4H” sopracitate, è presente la posizione “4HLc” che prevede il blocco del differenziale centrale. Distribuendo la coppia equamente fra ruote anteriori e posteriori e migliorando la trazione su percorsi innevati, sabbiosi o su strade fangose. Infine la quarta posizione “4LLc” prevede oltre al blocco del differenziale centrale anche l’inserimento delle marce ridotte. Che assicurano una maggiore coppia per affrontare percorsi fuoristradistici estremi.

In entrambe le modalità, part time e full time, è opzionale per il cliente la possibilità di dotare il vecolo di blocco elettronico del differenziale posteriore. Che consente di ridurre al minimo le differenze di rotazione tra le ruote posteriori. Assicurando un trazione ottimale su percorsi off-road.
Per quanto riguarda l’architettura delle sospensioni, Fullback prevede, all’avantreno, un raffinato schema a doppi bracci con barra stabilizzatrice. Mentre, al retrotreno, è presente un assale rigido con balestre multistrato per la massima affidabilità e robustezza.

Fullback, il motore

Il Fullback è equipaggiato ha il motore turbodiesel common rail da 2,4 litri. Declinato in due livelli di potenza e coppia. 150 CV (113 kW) e 380 Nm oppure 180 CV (133 kW) e 430 Nm. Questo propulsore si caratterizza per il basamento in alluminio dal peso contenuto. E per la sovralimentazione con  turbocompressore a geometria variabile con intercooler che assicura la massima efficienza.  Sono inoltre disponibili due tipologie di cambi. Manuale a sei marce o automatico a cinque marce.

Ultima modifica: 27 Marzo 2017

In questo articolo