Claudio Domenicali «Motor Valley Fest 2002 è l’occasione per confrontarsi in un momento difficile»

1490 0
1490 0

«Stiamo affrontando una grande emergenza e la speranza di tutti è di uscirne il prima possibile», è l’augurio di Claudio Domenicali, Presidente di Motor Valley Development, (associazione no profit che riunisce allo stesso tavolo i grandi brand e i protagonisti motoristici della regione, con l’obiettivo di fare della Motor Valley dell’Emilia-Romagna uno degli asset più importanti della promozione turistica regionale sui mercati internazionali) chiamato quest’anno all’organizzazione di un format assolutamente sperimentale.

«In una fase complessa come questa – riflette – dove prendere decisioni non è affatto semplice, un segnale di resilienza come quello che la Motor Valley sta offrendo ci aiuta a guardare avanti con fiducia».

Claudio Domenicali presidente di Motor Valley
Claudio Domenicali presidente di Motor Valley, con Stefano Bonaccini e Andrea Pontremoli.

A consentire la conferma delle attività in programma è stata «la passione che accomuna e unisce le nostre aziende. Supportata dalla tecnologia e dalle opportunità di comunicazione e interazione tramite sistemi digitali».

Ne nascerà «un’interessante occasione di confronto in rete con alcuni fra i maggiori protagonisti internazionali del settore automotive».

L’auspicio di Claudio Domenicali

«E’ che il Motor Valley Fest rappresenti uno stimolo positivo per il sistema Italia, l’Emilia-Romagna. E tutto il comparto produttivo regionale, in cui il nostro mondo, a due e quattro ruote, costituisce uno dei settori più importanti».

Claudio Domenicali presidente di Motor Valley.
Claudio Domenicali, presidente di Motor Valley CEO di Ducati.

Leggi anche: il 14 maggio parte Motor Valley Fest 2020

Ultima modifica: 7 Maggio 2020