Musk vuole rendere Tesla privata e i sauditi sono pronti all’operazione

1577 0
1577 0

Elon Musk ha ammesso di avere avuto diversi contatti con emissari sauditi per la vendita delle azioni di Tesla. Questo renderebbe nuovamente privata la Casa californiana, facendola uscire dalla Borsa. Le azioni sarebbero vendute a 420 dollari l’una, per un totale di oltre 70 miliardi di dollari. Il fondo sovrano dell’Arabia Saudita si accollerebbe anche i debiti di 11 miliardi di dollari di Tesla.

Chiaramente l’operazione ha sollevato tantissime discussioni negli Stati Uniti. “Sto cercando di ottenere un risultato che permetterebbe a Tesla di operare al suo meglio“, ha detto Musk attraverso un comunicato. “Libera il più possibile dalle distrazioni e dalle scadenze a breve termine, con il minimo dei cambiamenti indispensabili per i nostri investitori e dipendenti“.

Il Saudi Kingdom’s Public Investment Fund ha già acquistato recentemente il 5% delle quote di Tesla. Musk ha già avuto diversi incontri con gli emissari sauditi e garantisce che il finanziamento per l’operazione è assicurato. La volontà di uscire dalla Borsa e rendere Tesla privata è un’idea che balena nella testa di Musk già da tempo.

In questo interesse nei confronti di Tesla ci sono parecchi spunti d’interesse. L’Arabia Saudita è il principale produttore di petrolio al mondo. Lanciarsi su una Casa che produce vetture elettriche significherebbe investire contro il petrolio.

Ultima modifica: 14 Agosto 2018