Utilitarie: come scegliere e costi

9615 0
9615 0

Stai valutando di cambiare la tua vecchia auto? Cosa scegliere per circolare nella quotidianità? Sicuramente un’auto utilitaria: comoda, economica e pratica.

Come scegliere

 

Devi circolare in città e nelle trafficate strade urbane? Hai necessità di parcheggiare la tua auto nel centro cittadino? Devi andare a prendere i bambini a scuola? Devi andare a fare la spesa? Ti serve un’auto, ma quale? Scegli ed opta per un’auto utilitaria di piccola dimensione, pratica, economica e che consente di risparmiare sul pieno.

Comoda da parcheggiare ovunque nelle strade di città, per portare i tuoi bambini a scuola o a calcio o a danza, per fare la spesa e per ogni attività di disbrigo quotidiano. L’auto utilitaria è sicuramente la scelta migliore: sul mercato delle automobili sono davvero tanti i marchi ed i modelli di auto utilitarie che possono essere prese in considerazione.

Tantissime sono le case automobilistiche che stanno cercando di reagire alla crisi economica e di competere producendo auto di piccola cilindrata. In fin dei conti, nei paesi industrializzati, come l’Italia, il numero di componenti per nucleo familiare sta decrescendo. Le famiglie spesso sono costituite da una sola persona (si pensi alla crescita dei single!). Il numero di figli per famiglia non supera le due unità, non occorre acquistare una monovolume o un’auto di grandi dimensione.

Per non parlare poi del semplice fatto che la spesa si fa una volta alla settimana al supermercato, mentre gli giorni siamo sempre di fretta e furia e spesso pranziamo fuori casa o acquistiamo nei negozi sotto casa. Il traffico urbano o la difficoltà nel trovare un parcheggio nel centro città ci portano a valutare di acquistare sempre e solo un’utilitaria.

E, allora, dato che abbiamo appurato che si deve necessariamente acquistare un’auto utilitaria, quali sono i criteri e i fattori che incidono definitamente sulla scelta?

Dare una risposta a questo quesito non è assolutamente semplice in quanto si devono considerare diversi drivers e fattori che entrano in gioco. Un primo rilevante fattore è legato alla brand reputation: ci sono tante case automobilistiche che sono specializzate nella produzione di auto utilitarie. La Fiat, ad esempio, offre sul mercato una vasta ed eterogenea gamma di auto utilitarie davvero competitive ed interessanti sul mercato globale.

Meritano attenzione anche le utilitarie commercializzate dai nostri “cugini d’oltralpe”: le francesi Peugeot, Renault. Sono davvero interessanti, offrono diversi modelli di auto di piccola cilindrata e molto economiche. Sebbene siano meno popolari sul mercato delle utilitarie, negli ultimi anni, anche le tedesche come la Opel, Volkswagen hanno iniziato a produrre ed a commercializzare auto utilitarie con ottime prestazioni.

A fare da concorrenza a questi brand, si sono affiancate le auto utilitarie prodotte nei Paesi orientali come la rumena Dacia, la coreana Hyundai, la giapponese Toyota e la Nissan, oltre a molti altri brand famosi specializzati nelle auto di piccole dimensioni e di cilindrata piccola.

Quali altri fattori che incidono ed impattano sulla scelta di un’auto utilitaria? Sicuramente dobbiamo tenere conto dell’estetica, della modellistica, della possibilità di personalizzare l’allestimento interno ed esterno, della possibilità di scegliere una tonalità cromatica piuttosto che un’altra. Quindi, il fattore estetico gioca un ruolo rilevante ed il fattore personalizzazione, in questi ultimi anni, impatta dal punto di vista del marketing emozionale del guidatore. Pensiamo a come Fiat, con il modello 500, consenta di optare per un tettino o specchietti colorati e personalizzabili in base alle proprie esigenze e preferenze. Per non parlare poi della possibilità di acquistare adesivi e strisce che rendono l’utilitaria davvero chic e unica.

Altri fattori che influiscono sulla scelta di un’utilitaria piuttosto che un’altra sono le funzionalità tecniche: prestazioni dell’auto, cilindrata, cavalli, trazione, cambio, velocità, tempi di accelerazione, tipo di alimentazione, risparmio di carburante.

E, il prezzo non lo vogliamo considerare? Ovviamente sì, dato che le auto hanno tutte un ciclo di vita molto breve e sono soggette a cambiamenti da parte dei consumatori; si preferisce, quindi, risparmiare per ogni acquisto. Meglio se il piano di finanziamento offerto dalla concessionaria sia a tasso zero e consenta di personalizzare il piano di ammortamento in base alle diverse esigenze personali ed ai fabbisogni economici.

Anche il servizio post vendita offerto dalla casa automobilistica ha un impatto rilevante sulle opzioni di scelta di un’utilitaria piuttosto che un’altra.

Prestazioni e consumi

 

Nella scelta di un’utilitaria occorre tenere debitamente conto delle prestazioni dell’auto: Ford Fiesta, Opel Corsa, Volkswagen Polo, Fiat 500, Renault Clio sono le migliori utilitarie con le migliori prestazioni che consentono di risparmiare il carburante.

La Ford Fiesta, oltre ad essere stilisticamente moderna, è dotata di tecnologia avanzata che la rendono appetibile dal punto di vista prestazionale. In commercio si trovano diversi modelli dalla Ford B-Max che si reperisce ad un prezzo di listino sui 18.000-20.000 euro, consumi 16,7 Km/litro, velocità di 171 Km/h, 5 posti e 5 porte.

Interessante è anche la Ford Focus, il cui prezzo si aggira intorno ai 18.000-20.000 euro, consumi 21,7 Km/litro, velocità 185 Km/h, 5 posti e 5 porte.

La Fiat 500 oltre ad essere spiritosa e moderna nel suo stile, è molto pratica e comoda, ha ottime prestazioni, un prezzo davvero interessante intorno ai 13.000-15.000 euro, consumo benzina 20,4 Km/litro, velocità 160 Km/h, 4 posti e 3 porte.

La Fiat Panda è da annoverare tra le auto utilitarie più tradizionali, il prezzo si aggira attorno ai 12.000 euro, consumo 19,6 Km/litro, velocità 164 Km/h, 4 posti e 5 porte.

Conviene comprarla usata, nuova o a km 0?

 

Nel momento in cui ci si appresta a considerare e a riflettere sulla scelta di acquisto di un’automobile utilitaria occorre considerare il fatto che sia possibile optare per:

  • auto usata
  • auto nuova
  • auto a Km 0

Le auto nuove, fino ad un recentissimo passato, erano troppo costose e disincentivavano il consumatore a valutarle. Oggi, con la crisi economica e con gli incentivi, i prezzi si sono notevolmente ridotti. Acquistando un’auto nuova, inoltre, è possibile scegliere il colore, l’allestimento, gli accessori, in pratica, si può personalizzare l’auto.

Poi, interessanti da valutare, sono anche le auto aziendali a km 0 che consentono di risparmiare un sacco di soldi rispetto alle auto nuove. L’unico dato negativo è il fatto che le auto a Km 0 devono essere acquistate così, come si trovano in commercio, senza possibilità di scegliere il colore l’allestimento, accessori, etc.

Lo stesso vale per le auto usate che devono essere acquistate come si trovano sul mercato, senza possibilità di personalizzazione. Tuttavia, se si tratta di un usato “semi-nuovo”, il risparmio sul prezzo è garantito!

Ultima modifica: 21 Luglio 2017