Tergicristalli ghiacciati, come prevenirli

2254 0
2254 0

Ritrovarsi i tergicristalli ghiacciati al mattino, quando abbiamo fretta di correre a scuola o al lavoro, non è una bella sensazione. In inverno però accade di frequente, soprattutto in alcune zone d’Italia. Vediamo insieme come prevenire questo scomodo inconveniente.

Come prevenire il ghiaccio sui tergicristalli

Ci sono alcuni sistemi efficaci per evitare di dover attendere decine di minuti prima di partire o di mettersi a “grattare” la coltre di gelo sui vetri. Riassumiamo i principali e più comodi metodi da utilizzare. Il più immediato di tutti è andare in una negozio di ricambi per auto e chiedere il prodotto anticongelamento che più vi piace. Sono dispositivi ideati ad hoc e senz’altro efficienti, ma pur sempre sostanze chimiche. Inoltre, si tratta di prodotti dal costo non irrisorio, quand’anche sostenibile.

Ma soprattutto è possibile ricorrere a soluzioni fai da te non meno efficaci di quelle in commercio. Ad esempio: un composto formato al 50 per cento da aceto e al 50 per cento da semplice acqua di rubinetto, agitata e distribuita con uno spruzzino sull’intera superficie del parabrezza la sera prima. Se l’operazione sarà effettuata correttamente e nelle giuste dosi, riuscirete a prevenire la formazione del ghiaccio. Stessa procedura e risultato assicurato anche se al posto dell’aceto verrà utilizzato alcool denaturato. Ma se non volete spargere sostanze sui vetri potrete ricorrere a soluzioni ancora più semplici e di provata efficacia.

È il caso del classicissimo telo in plastica o, meglio, in tessuto cerato, efficiente e semplice da rimuovere al mattino. Se si vuole, è possibile virare su un accorgimento ancora più elementare ma non meno funzionale: i cartoni. Sì, proprio i semplici spezzoni di scatole da imballaggio si rivelano ottimi alleati anti gelo. È sufficiente assicurare la loro corretta aderenza alla superficie del parabrezza e fare attenzione al momento di rimuoverli per avere un risultato soddisfacente.

Come eliminare il ghiaccio sui vetri dell’auto

Ma se non si è riusciti a prevenire la formazione del ghiaccio sul parabrezza della nostra macchina e ci troviamo a doverla utilizzare in fretta, bisogna pur fare qualcosa per avere l’auto pronta all’uso. La miscela di aceto (o alcol) e acqua si rivela utile anche per sciogliere il ghiaccio depositatosi nottetempo. È opportuno spruzzarlo sui vetri mentre, contemporaneamente, si tiene acceso il motore e attivato il dispositivo di riscaldamento del cristallo anteriore. Solo dopo aver lasciato agire per un po’ tale miscela si possono azionare i tergicristalli, non prima, altrimenti si corre il rischio di romperli senza peraltro ottenere la agognata pulizia. Da evitare l’utilizzo di acqua bollente che potrebbe provocare shock termici, né sale o altri agenti chimici. Potrete aiutarvi opportunamente con gli appositi raschietti.

Ultima modifica: 24 Febbraio 2021