Renault City K-ZE, il suv urbano con motore elettrico

2184 0
2184 0

Dopo un lungo periodo di studio e la presentazione al Salone di Parigi dello scorso anno, la Renault è pronta a lanciare sul mercato il nuovissimo modello K-ZE, concept car interessante che strizza l’occhio ai SUV sportivi di caratteristica maschile e si tuffa con coraggio nel mercato in costante e continuo sviluppo delle macchine all-electric.

La K-ZE diventa City e si conferma un progetto ambizioso

La prima novità dal salone di Parigi riguarda il nome che si è arricchito di una denominazione importante e da sottolineare: “City”.

Il battesimo definitivo è stato ufficializzato al recente salone di Shanghai e la macchina di fatto è pronta: manca un lancio commerciale importante e adeguato al progetto che è sicuramente ambizioso.

Renault per realizzare il K-ZE ha stretto un’alleanza tecnologica e progettuale con il partner di sempre, la Nissan e la casa cinese Dongfeng che avrà l’incarico di assemblare la vettura: inizialmente la macchina doveva essere venduta solo in Cina, paese che ha un bisogno estremo di auto a basso impatto inquinante e nel quale manca ancora la mentalità dello switch verso le vetture elettriche ma di fatto i segnali che sono arrivati anche dai distributori e dalla rete commerciale sono incoraggianti e non è escluso che presto la nuova City K-ZE possa essere proposta anche ai mercati europei.

Destinata al mercato cinese, ma Renault pensa anche alla distribuzione europea

Grazie al City K-ZE la Renault si conferma azienda lungimirante nei confronti del mercato elettrico: si tratta infatti del sesto modello a zero emissioni dopo Zoe, Kangoo ZE, Master ZE, Twizy ed SM3 ZE, quest’ultimo rimodellato sul progetto della Fluence ZE, vecchio ormai di diversi anni.

Quello della collaborazione con altre case è un altro tema conduttore caro a Renault che sta portando avanti un ulteriore progetto anche in India, con la Kwid. La K-ZE promette di essere un bel salto di qualità rispetto alle agli studi precedenti: autonomia di 250 chilometri, leggermente inferiore nel ciclo urbano, grande abitabilità, estrema cura nei dettagli, grande cura nella parte elettronica, telecamere e sensori di nuova generazione, dotazione infotainment e di navigazione al top della gamma.

Insomma… si tratta di un’auto ambiziosa che guarda alle metropoli europee più che a quelle cinesi dove sicuramente gli interessi di Renault hanno un peso significativo ma che di fronte a un progetto così pensato e approfondito potrebbe valere la pena lanciare in grande stile anche in Europa dove il mercato delle cittadine e sportive elettriche è già un dato di fatto.

Ultima modifica: 10 Maggio 2019