Reimmatricolazione auto: costi

57204 0
57204 0

In molti casi può rendersi necessaria la reimmatricolazione auto, si tratta di un’operazione per cui esiste un iter specifico e dei costi da sostenere.

Accadono situazioni in cui si ha a che fare con lo smarrimento di una targa o che la stessa sia deteriorata o illeggibile o che si acquisti un’auto con targa estera. In questi casi, tanto per citare le situazioni più diffuse, si deve procedere a quella che viene definita come la reimmatricolazione dell’auto, cioè un’operazione che è in tutto e per tutto pari a quella effettuata la prima volta.

Ovviamente l’operazione prevede un iter specifico, sia a livello di documentazione che di costi e può essere effettuata, come vedremo più avanti, sia in autonomia che attraverso un’agenzia di disbrigo pratiche.

Va da sé che verrà rilasciato una nuova carta di circolazione e una nuova coppia di targhe, il cui numero dovrà essere regolarmente registrato al PRA entro i canonici 60 giorni dall’immatricolazione.

Si citavano sopra gli esempi più classici in cui si presenta la necessità di reimmatricolare l’auto, primo fra tutti quando si smarrisce una delle due targhe. Qual è l’iter da seguire in questo caso? Innanzitutto occorre sporgere immediatamente denuncia di smarrimento presso la Polizia o i Carabinieri; la denuncia dovrà essere allegata alla domanda di reimmatricolazione.

Tutta l’operazione prevede dei costi, andiamo intanto a far luce su quelli considerati di base:

  • un versamento di 9,00 euro a favore del Ministero dei Trasporti;
  • un versamento di 32,00 euro a favore del Ministero dei Trasporti;
  • un versamento di 59,00 euro a favore dell’Automobile Club d’Italia.

Questi sono i costi base da sostenere, costi che lievitano inesorabilmente se ci rivolge ad un’agenzia di disbrigo pratiche per evidenti motivi. Senza dimenticare che a questi costi bisogna sommare quelli per la nuova iscrizione al PRA, passaggio inevitabile ovviamente.

Insomma dover mettere in atto l’operazione di reimmatricolazione può presentare un range di costi da sostenere che va dalle 180,00 euro circa alle oltre 300,00 euro se ci si affida ad un’agenzia. Quello che è evidente però è il fattore comodità e rapidità dell’operazione. Delegando infatti all’agenzia ogni cosa permette di di recarci solamente in un posto, pagare quel qualcosa in più ma non dover pensare praticamente a nulla perché penseranno a tutto loro.

Se si svolge invece l’operazione da soli bisogna occuparsi di ogni minimo dettaglio ed è quasi certo dover impiegare molto tempo in giro per uffici.

Insomma la comodità che si paga in questo caso può diventare necessità obbligatorie qualora si scontri con esigenze lavorative, ad esempio.

 

Ultima modifica: 15 Settembre 2017