Leasing o noleggio, modelli a confronto

3203 0
3203 0

Cambiare la vecchia auto con una nuova o acquistare la prima vettura. Pagamento in un’unica soluzione, finanziamento, leasing o noleggio: quale potrà mai essere la soluzione più adatta non soltanto alle nostre finanze, ma anche per non incappare in una svalutazione eccessiva dell’auto, dopo qualche anno?

Il primo problema da porsi è il budget a disposizione, in base al quale stabilire poi i modelli sui quali orientarsi e magari riuscire a soddisfare anche qualche piccola esigenza estetica.

Leasing o noleggio per chi ha problemi di budget

Se il budget fosse così limitato e le pretese un po’ meno commisurate, non è detto che si debba rinunciare all’auto nuova e dirigersi sul mercato dell’usato.

Leasing o noleggio possono rappresentare due ottime possibilità per chi non ha una somma consistente a disposizione. Sono soluzioni flessibili che stanno riscontrando sul mercato dell’auto una notevole attenzione.

Nate come opzioni destinate a una clientela business, rientrano sempre più nelle strategie per conquistare i privati.

E infatti, soprattutto in un clima di incertezza sul futuro dell’automotive, con una graduale crescita dei motori più eco compatibili, a discapito del diesel il consumatore è più orientato su soluzioni di acquisto che non leghino alla vettura per un numero elevato di anni.

Che si tratti di leasing o noleggio, nella sostanza cambia poco. Almeno per quanto riguarda la possibilità di sostituire dopo un certo numero di mesi la vettura.

Leasing o noleggio, le differenze più evidenti

Non c’è neppure più una certa rigidità nella formula del noleggio, utilizzata soprattutto per mantenere il parco auto per almeno un paio di anni, per le aziende del settore.

Anche le formule di noleggio a lungo termine studiate dalle finanziarie auto consentono ai privati di sostituire il modello senza dover attendere la fine del vincolo, e dunque senza dover pagare una penale.

Rispetto alla formula del finanziamento, anche con maxi rata finale, il leasing o noleggio non prevedono il pagamento di un anticipo, con rate mensili per due o tre anni, più una maxi rata finale che corrisponde in genere al valore stimato della vettura nel momento in cui si esaurisce la quota pagata a rate.

A quel punto il cliente può scegliere di restituire la vettura senza sobbarcarsi altri oneri, oppure acquistare con la stessa formula un’altra auto, rifinanziando dunque l’importo. Il leasing o noleggio non prevedono queste soluzioni.

Le differenze tra le due formule sono diverse e stabilire in assoluto quale possa essere la più conveniente per chi acquista non è semplice. Tutto dipende dalle esigenze e dalle condizioni finanziarie e fiscali.

Leasing o noleggio, non solo clienti business

La formula del leasing resta comunque destinata a una clientela business, comprendendo non solo le piccole, medie o grandi aziende che hanno necessità di avere un parco auto sempre efficiente, con una spesa contenuta e costi facilmente scaricabili.

Ma su questo tipo di pagamento sono orientati sempre di più professionisti, piccoli commercianti, imprenditori e artigiani.

Le partite Iva, in altre parole. I vantaggi fiscali sono notevoli. Pagando un’unica rata si ottiene l’auto con annessa manutenzione ordinaria e straordinaria, polizza assicurativa con tutte le coperture, cambio pneumatici e bollo. Le spese come beni strumentali sono fiscalmente deducibili. In più il leasing, a differenza del noleggio a lungo termine, concede l’auto in proprietà.

Chi la acquista con questa formula può dunque avvalersi anche degli ecoincentivi in vigore dal 1 marzo, su modelli più ecologici, a basso impatto ambientale, ovvero con ridotte emissioni inquinanti.

Ottime ragioni dunque per evitare di acquistare un’auto che negli anni, per l’usura, perderebbe di valore. Anche la formula del finanziamento potrebbe non rivelarsi appropriata per questo tipo di clientela business.

Senza contare poi che il pagamento di una maxi rata finale potrebbe essere un costo poco abbordabile, se nel corso degli anni cambiano le condizioni economiche di chi acquista.

Diversamente il noleggio a lungo termine non rilascia il “titolo” di proprietà dell’auto e da un po’ di tempo viene utilizzato come formula di “vendita” per una clientela privata, che non possiede quindi una partita Iva, ma che ha esigenze molto simili a quelle di un piccolo imprenditore, artigiano, commerciante o professionista.

Leasing o noleggio, cosa conviene di più

La formula più innovativa per il noleggio a lungo termine consiste nel basare il contratto sul chilometraggio medio annuo che si percorre, e non proprio sul modello di auto.

E’ possibile dunque che una city car che percorre molti chilometri possa costare come una berlina che ne macina molti di meno. Anche nel caso del noleggio a lungo termine tutte le spese di gestione dell’auto sono comprese nella rata mensile che viene addebitata al cliente.

Manutenzione ordinaria e straordinaria, auto sostitutiva in caso di incidenti con tempi di riparazione più lunghi, cambio pneumatici, spese assicurative che in questi casi sono molto elevate perché prevedono tutta una serie di garanzie sull’auto e sugli occupanti, e naturalmente il bollo. Alcune concessionarie hanno adottato anche programmi molto flessibili che consentono, in corso di contratto, di modificare le condizioni incrementando il chilometraggio e naturalmente la rata mensile.

E’ possibile sostituire anche il veicolo, se questo non soddisfi le esigenze del cliente. Le condizioni vengono stabilite nel contratto, ma nella maggior parte dei casi non sono previste penali. Ottenere un’auto in leasing o noleggio tuttavia non è semplicissimo. O meglio non è poi così diverso dal richiedere un finanziamento.

Perché leasing o noleggio che sia non fa differenza: a copertura del contratto c’è sempre un finanziamento stipulato con la finanziaria di fiducia della concessionaria, che in genere fa parte dello stesso gruppo della casa automobilistica. Bisogna dunque essere in possesso delle necessarie garanzie per ottenere un finanziamento di un certo importo. Il contratto di leasing o noleggio è infatti sottoposto all’approvazione della finanziaria. Mediamente la lavorazione della pratica non richiede più di un paio di giorni lavorativi.

All’esito positivo si può stipulare il contratto, che normalmente prevede tassi di interesse del tutto in linea con quelli dei finanziamenti ordinari. Rispetto a una normale procedura di acquisto o a un finanziamento classico, il leasing o noleggio hanno il vantaggio di comprendere tutte le spese accessorie per un certo numero di anni, in genere non più di quattro.

Ultima modifica: 13 Marzo 2019