E-Mobility: tutto quello che devi sapere

1750 0
1750 0

L’onda ‘green’ sta poco alla volta cambiando le nostre abitudini in fatto di alimentazione, salute e in particolar modo per la questione ambientale. Nel corso degli ultimi anni abbiamo imparato termini come Car Sharing (Auto condivisa), Sviluppo sostenibile, il Climate Change (Cambiamento climatico) e anche l’E-Mobility.

E-Mobility: in cosa consiste?

Una particolare tipologia di mobilità ‘green’ che prevede come fonte primaria di mobilità, l’energia elettrica.

Quindi, si tratta di veicoli alimentati dall’energia elettrica prodotta da batterie litio-ioni. Veicoli in grado di percorrere determinati chilometri, con una ricarica e senza produrre i dannosi scarichi di CO2.

Ancora, però, i veicoli elettrici non hanno fatto breccia nei cuori degli automobilisti italiani, anche forse per l’eccessiva diffidenza e i prezzi ancora proibitivi per la maggior parte di noi.

Tuttavia, non per quanto riguarda lo sport. Infatti, nel biennio 2014-15 è andato in scena il primo Campionato di Formula E (ABB FIA Formula E Championship). Un campionato automobilistico con monoposto alimentate a energia elettrica. Silenziose e grintose e pure ecologiche.

Il futuro dei veicoli elettrici è ancora in fase embrionale.

Tutti gli attori dell’E-Mobility

Possiamo dire dal produttore al consumatore, ma chi sono i protagonisti di questa particolare filiera ecologica? Partiamo dai fornitori di tecnologia.

A questa cateogoria vi appartengono i produttori di veicoli elettrici e di tutti gli altri elementi come le batterie o i costruttori delle famose colonnine di ricarica elettrica.

Sotto, troviamo il CPO (Charge Point Ope), ovvero i proprietari delle colonnine e l’EMP (E-Mobility Provider) che non è altro che il provider del servizio di ricarica del vostro veicolo elettrico. E alla fine di questa filiera c’è l’EV Driver, il possessore del veicolo elettrico.

E-Mobility, perché è importante?

Iniziamo con il dire che l’E-Mobility è ‘vecchio’ di 15 anni. Tuttavia, solo negli ultimi anni è tornata a far parlare di sé, grazie anche alla diffusione capillare delle colonnine di ricarica. Però, i prezzi dei veicoli elettrici o ibridi sono ancora troppo alti.

In Italia, grazie agli Eco-incentivi promossi dal Governo per il triennio 2019-21, si possono ottenere sconti per l’acquisto di veicoli elettrici e ibridi. L’obiettivo dei Governi è utilizzare l’E-Mobility come arma contro il cambiamento climatico.

Lo scopo è quello di ridurre entro il 2030, le emissioni di gas a effetto serra del 40% (CO2):. Così facendo, la mobilità fossile (Benzina e simili) sarà sostituita con quella elettrica.

Ultima modifica: 27 Gennaio 2020