Denuncia in caso di furto auto: cosa fare

4613 0
4613 0

In Italia il furto di automobili è uno degli “sport” più preferiti dai ladri, e più si scende al Sud della nostra penisola, più diventano numerosi.

Le vetture che vengono maggiormente rubate sono le utilitarie, quelle maggiormente commerciabili o sicuramente, quelle auto di cui è più facile venderne i pezzi.

Rubare una macchina sembra sia diventato facilissimo. Troppe volte si sente dire “ L’ho lasciata fuori solo pochi minuti…” . Oggi, nonostante i sistemi di allarme sofisticati, sembra che i ladri siano diventati più bravi delle case automobilistiche.

Consigli anti furto

Il mio consiglio è quindi, cercare di fare molta attenzione alla propria macchina, cercare di non parcheggiare in un posto troppo isolato e utilizzare i vecchi “Bloccapedali” come ulteriore “Antifurto”, per stare più tranquilli.

Non lasciare troppi giorni l’auto parcheggiata sempre nello stesso posto, senza mai spostarla.

Non lasciare incustodita la macchina quando state mettendo benzina al self service con la chiave inserita nel cruscotto.

Non parcheggiare in zone degradate ed isolate, o dietro a camion o a vetture molto grandi che possono nascondere la macchina e far sentire al sicuro i ladri durante il loro “lavoro” di scasso.

Cosa fare in caso di furto

Passiamo ora a ciò che invece è necessario fare nel caso siate tra gli sfortunati a cui è capitato di aver subìto il furto della macchina.

Sicuramente la prima cosa da fare è quella di denunciare il furto alle autorità competenti, in questo caso Polizia o Carabinieri. Si deve compilare un verbale dove si dichiara se, all’interno della macchina, era stato lasciato anche il libretto di circolazione e il certificato di proprietà della stessa. Mio consiglio è quello di non portarsi mai dietro il certificato di proprietà. Lasciarlo a casa è consigliabile.

Una volta fatta la denuncia alle autorità competenti bisogna inviare la stessa alla compagnia di assicurazioni, dove è registrata la macchina, tramite raccomandata con ricevuta di ritorno.

Se la polizza assicurativa copre il furto, questa denuncia sarà valida per avviare le pratiche di rimborso che partiranno non appena la Procura della Repubblica rilascerà una dichiarazione che attesta che le autorità non sono riuscite a ritrovare la macchina e quindi l’inchiesta è stata chiusa.

E’ necessario inoltre, dopo aver fatto regolare denuncia, comunicare al PRA che la vettura di tuo possesso è stata rubata e che quindi si ha bisogno di un certificato di “perdita di possesso”. Questo permette di non pagare il bollo ossia la tassa sul possesso.

Se invece le autorità dovessero trovare la macchina, entro 40 giorni, si può richiedere il nuovo certificato di possesso oltre che annullare la dichiarazione di furto subìto alla propria assicurazione.

 

Ultima modifica: 9 Maggio 2017