Corsia d’emergenza: quando utilizzarla

1834 0
1834 0

Quando le strade, in particolare modo autostrade e tangenziali, sono intasate e si ha fretta, la tentazione è forte: ci si sposta tutto a destra, nella corsia d’emergenza, quella che è libera e che dà la sensazione di poter conquistare la liberà sperata. Si tratta però di una scelta molto pericolosa, sia in termini di sicurezza stradale, sia in termini economici. Occupare senza motivo reale la corsia di emergenza, infatti, è un’infrazione grave al codice della strada. La corsia di emergenza, infatti, come in effetti dice la definizione stessa, è una corsia dedicata a specifiche situazioni: serve agli automobilisti in panne per togliersi dal traffico e serve soprattutto ai mezzi di soccorso che, in caso di incidente o di pericolo, devono raggiungere in velocità una situazione. Occupare la corsia di emergenza, dunque, è una cosa da evitare sempre. Se ci si deve fermare per altre ragioni, per esempio per una pausa, meglio raggiungere una piazzola di servizio o, ancor meglio, una area attrezzata.

Corsia di emergenza: il codice della strada parla chiaro 

Il nuovo codice della strada, a proposito dell’utilizzo della corsia di emergenza, parla chiaro: la corsia d’emergenza è la corsia adiacente alla carreggiata – si trova sulla desta – e va usata solo in casi di accertata ed estrema necessità. Tradotto, la si può usare in caso di malessere del conducente, oppure di guasto al veicolo.

La sua funzione principale è infatti quella di consentire il passaggio immediato e senza intoppi dei mezzi di soccorso – per esempio le ambulanze oppure i vigili del fuoco – e delle forze dell’ordine, per esempio la polizia, i carabinieri, la guardia di finanza. Per tutte le altre situazioni in cui si necessita uno stop, si devono raggiungere le aree di sosta. Restare fermi sulla corsia di emergenza, infatti, è molto pericoloso.

Corsia di emergenza: non è una via di fuga

Dunque, esaminando nel dettaglio quanto riporta il codice della strada, qualora ci fosse ancora necessità di un chiarimento, emerge con chiarezza che la corsia di emergenza on può essere utilizzata dall’automobilista frettoloso per trovare una via di fuga rispetto a un incolonnamento. Nel caso lo si facesse, occorre essere coscienti di due aspetti: il primo riguarda una questione di etica. Occupare impropriamente la corsia di emergenza, può significare rallentare le operazioni di soccorso di un incidente, per esempio. L’altro aspetto riguarda le sanzioni: se si viene sorpresi a utilizzare la corsia di emergenza quando non è necessario, il rischio di multe (alte) è altissimo.

Ultima modifica: 8 Marzo 2021