Comprare auto all’estero: pro e contro

11906 0
11906 0

Comprare auto all’estero conviene? Non in tutti i casi. Ecco vantaggi, svantaggi e costi che comporta l’acquisto di un veicolo fuori dall’Italia.

Comprare auto all’estero, magari in Germania, può essere un’ottima soluzione ma non in caso di un acquisto di fascia bassa. Per saperne di più, e conoscere pro e contro sui costi e modalità di acquisizione di un veicolo fuori dai nostri confini, consultate questo approfondimento

Comprare auto all’estero, spesso, può essere un’operazione davvero conveniente ma, prima di tutto, occorre sapere valutare ogni aspetto del possibile affare. La tentazione di comprare auto all’estero viene a tutti gli automobilisti: meta preferita, la Germania. Questo perché i tedeschi, notoriamente, tengono molto in cura le proprie vetture e perché, da loro, il prezzo dell’usato è notevolmente più basso. I venditori, in Germania, poi sono considerati molto seri. Analizziamo, però, vantaggi e svantaggi dell’acquisto di un’automobile all’estero.

Il caso Germania

 

Comprare auto in Germania, secondo ricerche, vale la pena soltanto nel caso in cui si è alla ricerca di vetture di qualità eccelsa, o perlomeno di fascia di prezzo medio-alto, e prodotte in loco. Perché, in tal caso, vi è soltanto l’imbarazzo della scelta tra AUDI, BMW e Mercedes-Benz sul mercato a prezzi, di media, più bassi che in Italia. Le motivazioni sono da ricercare in regime fiscale più contenuto e conveniente ed ai costi di manutenzione che, diventando più alti rispetto all’Italia passato qualche anno, ‘spingono’ l’automobilista a cambiare la propria macchina di frequente. Se, però, dalla Germania ci si sposta su auto italiane all’estero, auto francesi o giapponesi, tutta questa convenienza non ci sarà più, poiché andranno calcolati altri costi che, di fatto, fanno propendere per acquistare un’auto nuova al concessionario dietro casa.

Come comprare auto all’estero

 

Vi sono molti modi da seguire per chi è interessato a comprare auto fuori dai confini nazionali. Prima di tutto, ci si rivolge a concessionari regolari, i quali si occuperanno di tutto nel processo di vendita. Si fornisce all’interessato marca e modello di automobile desiderata e questi si preoccuperà di ricercare il veicolo richiesto, farlo arrivare nel nostro Paese e di adempiere alle pratiche burocratiche. Si risparmiano tempo e costi, ma il servizio può essere pagato profumatamente e, in tal caso, diminuirebbe la convenienza: soluzione ideale per chi ha poco tempo ed idee chiare.

Poi, si può comprare auto all’estero anche semplicemente navigando online. In tal caso, però, la vettura potrà esser vista ‘dal vivo’ in rari casi e bisogna organizzarsi da soli per farla arrivare in Italia. Qual è il vantaggio? Si risparmia di più. Lo svantaggio più grande? Affrontare la burocrazia italiana per l’immatricolazione del mezzo tutta da soli. Qualora ci si rivolga ad un’agenzia di pratiche auto, i costi salirebbero e non di poco. Le spese per un’auto nuova, infine, supereranno di gran lunga quelli di un’automobile usata.

Ultima modifica: 10 Luglio 2017