Come guidare con la neve in salita

4340 0
4340 0

Una strada che si alza davanti alle nostre ruote. Basta dare più gas per non avvertire quasi la differenza. Tutto cambia però se quella erta è imbiancata da una coltre nevosa. Come guidare l’automobile con la neve? E come farlo in salita laddove in certe condizioni è ancora più difficile che in discesa? Per molti si tratta di momenti da incubo, una prospettiva che al solo pensiero paralizza. E invece bisogna mantenere il sangue freddo e avere le giuste conoscenze per superare un ostacolo difficile ma non insormontabile. Seguiteci per avere qualche preziosa dritta su come guidare con la neve in salita.

Guidare sulla neve, facciamoci trovare pronti

Padroneggiare una vettura su una superficie imbiancata o, peggio, ghiacciata significa ricordarsi essenzialmente che il segreto è nella costanza del movimento e dunque nella gradualità dei comandi. Acceleratore, freno, trasmissione, volante, devono essere sempre dosati. Prima ancora però di mettersi in marcia è assolutamente doveroso ricordarsi che la legge (e il buon senso) impongono il rispetto di regole precise: nel periodo autunnale e invernale è obbligatorio montare pneumatici da neve o comunque avere a bordo catene da installare quando la carreggiata è particolarmente ammantata.

Non si tratta però di una manovra facile da compiere (malgrado i modelli più recenti abbiano notevolmente agevolato il compito), pertanto è consigliabile dotarsi di copertoni termici o almeno “quattro stagioni”. Nelle località di montagna o per chi va a sciare abitualmente è pressoché inevitabile la prima opzione. Altro pre-requisito prima di mettersi in moto è la verifica che il conducente abbia una visuale quanto più ampia possibile. Nessuna superficialità è ammessa ed è molto più che consigliabile sgomberare perfettamente il parabrezza, il lunotto posteriore, gli specchietti retrovisori, e anche il tettuccio da dove potrebbe cadere neve sul cristallo anteriore durante la marcia.

I segreti per affrontare la neve in salita

Una volta in cammino è il momento di mettere in pratica alcuni importanti suggerimenti per guidare sulla neve in salita senza problemi. Abbiamo già accennato al primo imperativo categorico: mai essere bruschi in condizioni di scarsa aderenza. Ma per raggiungere questo risultato non basta convincersene. Occorre utilizzare anche i necessari accorgimenti (oltre ai pneumatici giusti) come viaggiare con una marcia adeguatamente alta che non esponga ad alcun rischio slittamento.

Anche nella fase di partenza questo è un promemoria quantomai opportuno, tanto da rendere consigliabile persino una pratica solitamente impensabile: partire con la seconda marcia. In fase di approccio alla salita poi è fondamentale ricordarsi di non fare un errore comune a tanti che potrebbe rivelarsi decisivo: mai arrivare ai piedi del pendio con una velocità troppo bassa. Senza esagerare, è meglio arrivare con una buona velocità così da avere la giusta rincorsa per non dare gas nel corso della ascesa. E, se proprio dovesse essere necessario, farlo comunque gradualmente e utilizzando la marcia più alta possibile. Fondamentale inoltre evitare di marciare troppo a bordo strada per non restare bloccati, ma al contempo non infilarsi nelle tracce altrui perché rappresentano binari spesso ghiacciati e rischiosi.

Ultima modifica: 23 Dicembre 2019