Come fare benzina a un’auto

1689 0
1689 0

Mi fermo un attimo a fare benzina. Un modo di dire che, anche mutando il carburante in questione, è sinonimo di operazione facile e veloce. In realtà, bisogna fare attenzione ad alcuni accorgimenti che se non rispettati potrebbero crearci qualche problema. Vediamo dunque come fare benzina a un’auto.

Alcuni consigli utili per fare benzina

Escludendo per evidenti ragioni il caso del rifornimento effettuato da parte dell’operatore dell’impianto, vi diamo alcune dritte per fare benzina correttamente anche con il fai da te. Primo consiglio: quando arrivate nella stazione di servizio abbiate cura di accostarvi all’erogatore dal lato su cui è collocato l’ingresso del serbatoio. In caso contrario, sarete costretti a far fare uno scomodissimo giro al tubo con annessa pistola, rischiando anche di sporcare l’auto.

Molti consigliano anche di spegnere il motore. In effetti è un suggerimento assolutamente prudenziale dal momento che il propulsore è pur sempre una fonte di calore. Ma in realtà i casi d’incendio propagatosi al momento del rifornimento a causa del motore si contano sulle dita di una sola mano.

Uno degli incubi ricorrenti tra gli automobilisti meno addentro alla materia è quello di introdurre per errore il carburante sbagliato. Un rischio che in realtà è meno diffuso di quanto si pensi. Il diesel ha una pistola erogatrice di calibro maggiore rispetto alla bocca d’ingresso dei serbatoi benzina, per cui il pericolo di fatto non esiste.

Al contrario, la “pipa” della benzina può andare nell’imbocco del gasolio. Ma anche in tal caso non bisogna disperare. Se il quantitativo introdotto è ridotto (fino a 10 litri), è possibile rimediare facendo immediatamente un pieno del carburante giusto. Soltanto se si è riempito di benzina un serbatoio per il diesel, occorrerà fermare il veicolo e chiamare un carro gru per portare l’auto in officina dove si svuoterà il contenitore.

Come funziona il pagamento

Chi si avvale delle postazioni self service avrà ormai imparato come effettuare il pagamento. Ad ogni buon conto, si ricordi che le colonnine automatizzate riportano in evidenza il numero della postazione cui rifornirsi. Per cui, prima di inserire banconote o pos, è necessario accertarsi del numero dell’erogatore presso il quale è presente il carburante giusto per la nostra macchina.

Non tutte le postazioni sono dotate della duplice opzione su ogni totem. Molti poi, nella fretta di fare rifornimento, dimenticano che le colonnine di pagamento danno alcune opzioni di pagamento: cifra preimpostata o pieno (se non si effettuano scelte). In ogni caso, occorre impostare il numero della postazione cui si intende effettuare l’operazione.

Per chi si sposta su un veicolo di vecchia generazione è opportuno ricordare che tali mezzi sono dotati perlopiù di serbatoi con tappo a vite, senza il filo d’aggancio presente sulle moderne versioni. Una dimenticanza che potrebbe costare la ripartenza senza aver chiuso il tappo. Ricordate inoltre di non inserire troppo in fondo la pistola, per evitare che scatti il meccanismo di autoregolazione che rallenta il flusso.

Ultima modifica: 17 Gennaio 2022