Camper: manutenzione prima delle vacanze estive

1778 0
1778 0

Sei pronto per un’estate in camper? Chilometri di strade pronti da percorrere a bordo di un autocaravan attrezzato per settimane e settimane on the road: le vacanze sono finalmente arrivate, dopo averle a lungo sognate. Ma il camper è davvero pronto per l’estate? Questa è a tutti gli effetti la domanda principale da porsi prima di partire.

Manutenzione del camper prima della partenza

 

Per evitare di rovinare tutto per una pompa dell’acqua che smette di funzionare, una multa per mancata revisione o per uno pneumatico che scoppia all’improvviso, diventa fondamentale effettuare una corretta manutenzione del proprio veicolo prima di dare il via alle ferie. L’ideale, in realtà, sarebbe muoversi con qualche mese di anticipo, senza aspettare gli ultimi giorni di giugno per portare il proprio camper presso le autofficine che, in quel periodo, si trovano oberate di lavoro. Ma cosa controllare, per partire in tutta sicurezza?

Innanzitutto sarebbe bene verificare verso i mesi di aprile e maggio lo stato delle sigillature del veicolo. Basta portare il camper presso un’autofficina specializzata per sapere se occorre risigillarlo oppure no, tenendo comunque presente che una buona sigillatura in media resiste circa cinque anni, anche se in qualche caso può durare di più. Importantissimo è anche controllare periodicamente il funzionamento delle apparecchiature e mantenerle pulite.

Anche gli pneumatici non sono da sottovalutare, soprattutto se hanno un’età maggiore a cinque anni.

Mai dimenticarsi di controllare le luci esterne, il funzionamento delle diverse parti del motore, la presenza a bordo della borsa attrezzi e del triangolo, ma anche la presenza sul libretto della revisione ministeriale, nonché l’ultimo tagliando motore effettuato. In particolare, occorre tenere presente che la revisione ministeriale dei camper di peso inferiore a 3,5 tonnellate deve essere effettuata la prima volta dopo quattro anni, e in seguito ogni due anni; mentre per i veicoli superiori alle 3,5 tonnellate occorre effettuare la revisione una volta all’anno. Da controllare è poi lo stato della cinghia di distribuzione che in media dovrebbe essere sostituita ogni cinque anni.

Anche il corretto funzionamento dell’impianto del gas è fondamentale: la bombola deve essere carica a sufficienza (a seconda anche del tipo e della lunghezza del viaggio che si intende intraprendere) e i tubi non devono presentare crepe e non devono essere scaduti. Fatto ciò, arriva quindi il momento di controllare le utenze, procedendo innanzitutto con l’accensione dei fornelli da cucina, quindi con quella del frigorifero a gas e da ultimi il boiler e la stufa.

Per finire, bisogna controllare l’impianto dell’acqua: la cosa principale da controllare è che non ci siano perdite. Per farlo basta riempire il serbatoio dell’acqua e aprire il rubinetto della cucina, in modo da azionare la pompa dell’acqua che spingerà l’aria fuori dall’impianto e permetterà all’acqua di raggiungere i rubinetti.

Ultima modifica: 16 Agosto 2018