Auto Usate, BCA porta in Italia la gestione “full digital” | VIDEO

3765 0
3765 0

BCA Marketplace, la prima società di aste automobilistiche d’Europa, è stata fondata nel 1946 ed è quotata alla Borsa di Londra. Nel 2016, il Gruppo BCA ha fatturato oltre 1.3 miliardi di euro e gestito la vendita di oltre 1.100.000 veicoli usati..

BCA è presente in 13 Paesi europei (Italia, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Svezia, Svizzera e Ungheria), e da più di quindici anni opera via web con aste digitali riservate agli operatori professionali. BCA Italia ha sede a Lodi.

BCA fa incontrare domanda e offerta attraverso il meccanismo dell’asta – uno degli strumenti commerciali più antichi ed efficienti del mondo.

L’asta è uno straordinario sistema per velocizzare le trattative nella più assoluta trasparenza, soprattutto nei casi – come l’usato – dove è vitale ridurre al minimo i tempi di immobilizzo del prodotto. Attraverso asta vengono venduti (ad esempio) i fiori sul mercato di Amsterdam, che gestisce 115.000 transazioni al giorno.

Le aste BCA Italia sono riservate agli operatori professionali dell’auto, e offrono velocità, sicurezza dei dati e tutela degli acquirenti – secondo un modello di business digitale affermato in tutta Europa.

Il meccanismo dell’asta (interamente gestito da BCA), è aperto e trasparente. Fornisce via web informazioni complete sul prodotto in vendita, e ha regole semplici, chiare e valide per tutti.

 

Auto Usate, BCA porta in Italia la gestione “full digital”

BCA Italia gestisce ogni anno oltre 1.300 aste, di cui il 90% digitali. Vengono venduti via web 4 veicoli su 5. Il tempo di rotazione di un veicolo messo all’asta è (nel 90% dei casi) di circa una settimana. Chi vende ha accesso a un mercato potenziale di oltre 7.000 acquirenti professionali registrati in Italia e all’estero. E chi compra ha la scelta fra più di 5.000 veicoli sempre disponibili online.

MarketPrice è il servizio integrato di remarketing dell’usato  che BCA offre a tutti i Concessionari italiani.

MarketPrice offre un servizio di gestione delle permute appositamente pensato per i Dealer. Permette di formulare, in pochi minuti, un’offerta in linea con i valori reali del mercato per l’usato che il Cliente dà in permuta.

Attraverso un applicativo creato per i Dealer che aderiscono al programma MarketPrice, i venditori hanno la possibilità di ispezionare lo stato d’uso di una vettura o di un veicolo professionale seguendo una procedura precisa. E registrando in tempo reale tutti i dati necessari. Comprese le immagini del mezzo e il dettaglio di eventuali danni o difetti.

Allegando questa documentazione, il venditore richiede via web la stima del valore di permuta a BCA Italia. La valutazione viene fornita in meno di 15 minuti da un team di esperti BCA. Ed è basata su prezzi reali di mercato continuamente aggiornati. Il servizio è riservato ai Concessionari partner, ed è gratuito.

BCA Italia è poi incaricata del remarketing del veicolo, che avviene attraverso asta. Via web, o fisicamente presso la sede di Lodi.

Il Dealer ha la possibilità di avviare e seguire l’intero processo sul sito BCA Italia. Lasciando a BCA tutto lo sviluppo degli aspetti logistici e di back-office (prelievo e stock veicolo, preparazione, asta, gestione documentale e consegna all’acquirente).

Il servizio MarketPrice per il remarketing dell’usato è utilizzato regolarmente da oltre 1.200 Dealer in Europa, che in questo modo:

  • migliorano il tasso di permuta senza perdere redditività.
  • accelerano la rotazione dello stock ottenendo la migliore valorizzazione del prodotto.
  • e hanno la possibilità di focalizzarsi sui business più redditizi della Concessionaria: vendita del nuovo, servizi post-vendita e usato da destinare a clienti privati.

Questo processo offre un vantaggio anche ai commercianti e ai trader che trattano l’usato. Grazie alle aste digitali BCA hanno accesso a costo zero a uno stock virtuale unico in Europa. L’iscrizione al sito è aperta e gratuita, e la commissione si paga solo in caso d’acquisto.

Da non dimenticare, infine, che la diffusione di un modo più maturo e strutturato di gestire il remarketing genera vantaggi anche per il Cliente finale. Un mercato più trasparente, con dinamiche di prezzo sempre vicine ai valori reali. Una più veloce circolazione dell’usato, e un più facile incontro tra domanda e offerta.

Ultima modifica: 6 Aprile 2017

In questo articolo