Auto bloccata nella sabbia, cosa fare

1533 0
1533 0

D’estate, al mare, è importante capire come liberare la propria automobile da un eventuale arenatura nella sabbia, nella malaugurata ipotesi che il veicolo rimanga bloccato. Di seguito ecco allora alcuni utili suggerimenti.

Casistica e metodo

Quando ci si avventura in auto su un terreno non asfaltato (magari quello di una spiaggia con sabbia fine), il veicolo può rimanere bloccato e le ruote possono non essere più in grado di muoversi. C’è subito da precisare però, che esistono efficaci manovre e rimedi per poter risolvere il problema e consentire al veicolo bloccato di ripartire e rimettersi in moto.

Prima di qualsiasi operazione atta a far riacquistare aderenza agli pneumatici, bisognerà indossare dei guanti e iniziare a scavare la sabbia con le mani, davanti e dietro le ruote di trazione. Se l’auto in questione risulterà essere bloccata nella sabbia in una zona non piana e collinare, sarà necessario rimuovere la sabbia presente sulla superficie di discesa del mezzo. Successivamente, bisognerà proseguire a scavare con le mani segnando un solco di qualche metro, parallelo agli pneumatici del veicolo stesso.

Consiglio finale

Un altro consiglio potrebbe essere quello di prendere i tappetini in gomma all’interno dell’abitacolo del veicolo e posizionarli sotto gli pneumatici della trazione (per fungere da “rampa” ovvero da “leva”). In alternativa ai tappetini, per agevolare il movimento degli pneumatici e quindi del veicolo, si potrà scegliere di utilizzare arbustirami o pezzi di legno reperiti all’occorrenza sul luogo. L’idea alla base di questa procedura, è quella di creare aderenza con un materiale, al di sotto della gomma, per garantire alla stessa di mettere in moto il veicolo, senza girare a vuoto sulla sabbia sottile nella quale l’auto si trova arenata.

Una volta scavata la sabbia con le mani vicino agli pneumatici, e posizionati al di sotto degli stessi dei rami o del materiale per garantire aderenza, si potrà mettere in moto il veicolo, innestate la prima marcia e provare a smuoverlo dalla sabbia. Durante le fasi di accelerazione, ci si potrà far aiutare da un amico o da una persona gentile che si può trovare sul luogo, per spingere l’auto dalla sezione posteriore, mentre si cerca di smuovere l’auto dalla posizione di stallo.

Se il veicolo non dovesse muoversi e le ruote dovessero girare ancora a vuoto, bisognerà scavare la sabbia con maggiore precisione e posizionare altri detriti sotto agli pneumatici, si dovrà poi riaccendere l’auto provando a metterla in moto.

Ultima modifica: 15 Luglio 2022