Auto a metano: quando cambiare le bombole

24898 0
24898 0

Quando si possiede o si decide di comprare un’auto a metano è bene sapere che assieme alla manutenzione ordinaria, sarà necessaria anche la verifica all’impianto a metano.

E le revisioni possono essere quadriennali (per le CNG1) o quinquennali (DGM), a seconda della tipologia di serbatoi utilizzati. da aggiungere anche la revisione per le bombole CNG4 (4 +2) vedi .

Mentre è inderogabile la rottamazione delle bombole dove viene caricato il metano, dopo i 20 anni di utilizzo.

E le revisioni possono essere quadriennali o quinquennali, a seconda della tipologia di serbatoi utilizzati. Mentre è inderogabile la rottamazione delle bombole dove viene caricato il metano, dopo i 20 anni di utilizzo.

Omologazione per le auto a metano

Non ci sono scappatoie ed è una importante ragione di sicurezza alla quale non bisognerebbe mai derogare, quando si tratta di impianti a metano. Parliamo di revisione periodica di bombole non di omologazione di impianti.

Esistono due tipi di etichettature, una nazionale contrassegnata dalla sigla DGM, che rispetta una normativa italiana, e un’altra europea indicata dalla sigla R110 ECE/ONU, che si attiene appunto a una regolamentazione comunitaria. Le info corrette sulle etichette sono riportate al seguente link:

Le indicazioni di date e omologazione sono riscontrabili su un cartellino GFBM, di solito inserito nel vano motore (operazione valida solo per le vecchie auto) per le auto nuove ci sono targhette da conservare insieme al libretto di circolazione.  Per agevolare gli operatori addetti al rifornimento degli autoveicoli, GFBM ha introdotto, in aggiunta, l’uso di “etichette adesive”poste nello sportellino della benzina.

Sono etichette di colore rosso da applicare in prossimità del punto di rifornimento (solitamente sullo sportellino del vano rifornimento) riportanti i dati di:

– omologazione bombole

– data della prossima revisione o collaudo (mese e anno)

– numero identificativo progressivo

L’etichetta essendo a corredo della targhetta identificativa, non ne sostituisce il valore.

Le verifiche su un’auto a metano devono essere compiute da un’officina specializzata, che al termine del controllo rilascerà la documentazione necessaria, come si fa di norma con le revisioni auto.

Come si svolge la revisione serbatoi per un’auto a metano

I controlli riguarderanno lo stato generale dell’impianto a metano e comprendono un’ispezione interna ed esterna delle bombole, che possono essere posizionate sotto al pianale dell’auto o nel vano bagaglivedi modalità di revisione 

A prescindere dalle ovvie ragioni di sicurezza, se a un controllo delle forze di polizia si dovesse riscontrare che le bombole non ha una revisione, scatta una multa da 168 euro e il ritiro della carta di circolazione con il conseguente fermo dell’auto a metano fino alla revisione.

Fortunatamente rimpiazzare bombole danneggiate, usurate o scadute non ha un costo proibitivo, anzi:  vedi costi revisione 

Ultima modifica: 7 Febbraio 2019