Allestimento auto per disabili: cosa sapere

5249 0
5249 0

Allestimento auto per disabili può avvenire con accessori in relazione alla capacità motoria del diretto interessato. Tutto quello che c’è da sapere.

Allestimento auto per disabili, una soluzione che può mettere il disabile in condizione di accedere al veicolo, sia come guidatore che come passeggero. Ecco cosa e come è possibile modificare un’autovettura per renderla fruibile

Allestimento auto per disabili prevede delle modifiche al veicolo, prima del suo acquisto, mediante l’installazione di accessori direttamente commisurati alla capacità motoria ridotta del disabile. Tali adattamenti, che dovranno sempre risultare sulla carta di circolazione, potranno riguardare tanto modifiche ai comandi di guida della vettura quanto soltanto alla carrozzeria o alla disposizione interna del veicolo che mettano il disabile in condizione di accedervi come guidatore e come passeggero.

Allestimento auto per disabili, modifiche ai comandi di guida

In caso il disabile sia menomato agli arti superiori (braccia) l’automobile potrà essere dotata di centraline per l’azionamento dei servizi. Potrà avere pulsantiere e frecce manovrabili con una sola mano; freni di stazionamento dotati di impugnatura azionabile con lieve pressione o con un pulsante; impugnature al volante installate su vetture con cambio automatico e servosterzo che possono essere a pomello (mobilità parzialmente ridotta), a forcella (mobilità ridotta) o a tripode (parziale perdita delle funzionalità di polso e dita). L’allestimento auto potrebbe proseguire con una monoleva per rendere manuali i pedali dell’acceleratore e del freno; con un volantino che consente al conducente di sterzare effettuando la rotazione in maniera più accessibile; con una facilitazione nella leva del cambio e infine comandi ausiliari.

In caso il disabile sia menomato agli arti inferiori (gambe) si potrà allestire l’automobile con gli acceleratori a comando manuale direttamente sul volante; con delle ‘manettes‘ che trasferiscono al volante il comando al pedale dell’acceleratore, oppure con dei freni a comando manuale. Per gli individui con disabilità alla gamba destra, è possibile spostare il pedale dell’acceleratore a sinistra mentre, per chi è di bassa statura, è consentito applicare delle prolunghe per arrivare ai pedali. Infine, vi è la possibilità di munire l’automobile di servofrizioni automatiche/elettroniche e di acceleratore e freno per tetraplegici, azionabili con leggera pressione.

Allestimento auto, soluzioni per la carrozzina

L’automobile può anche essere concepita per caricarvi dentro la carrozzina del disabile con relativa facilita. Ad esempio, con una porta laterale scorrevole, per evitare intralci di qualsiasi tipo, con un robot carica-carrozzina, per favorire la salita in macchina del disabile o con un braccio snodato (verricello) che garantisca il medesimo scopo. Il ‘roof spider‘ permette di caricare la carrozzina sul tetto dell’automobile da entrambi i lati mentre un sedile a rotazione consente di entrare ed uscire agevolmente dal mezzo. Stessa funzionalità della piccola gru che solleva la persone. Infine, la carrozzina può essere ancorata all’automobile con piastre per l’aggancio automatico.

Ultima modifica: 11 Luglio 2017