Allergie alla guida, come comportarsi in caso di malore

1203 0
1203 0

Sì può essere allergici alla guida? La risposta è sì, si può. Ma non bisogna fraintendere: non esistono persone che manifestano allergie solo perché stanno guidando, ma esistono persone – e sono più di quanto si pensi – che manifestano delle allergie all’ambiente di guida, dunque all’abitacolo della vettura. La cosa è più seria di quanto si pensi, perché è strettamente legata alla sicurezza a bordo di chi sta guidando e dei passeggeri. Vediamo quindi nel dettaglio.

Starnuti, lacrime, attacchi di tosse improvvisi

L’allergia alla guida si manifesta come tutte le allergie: si inizia improvvisamente a starnutire, senza riuscire a fermarsi. Oppure gli occhi iniziano a bruciare, fino a lacrimare, fino a non permettere una visuale della strada nitida. Oppure è la gola a iniziare a “pizzicare”: è un attimo e si inizia a tossire, incessantemente.

E’ chiaro che attacchi di questo tipo, se già sono fastidiosi in tutte le circostanze, diventano particolarmente odiosi se si sta guidando, anche perché la distrazione dalla guida è una conseguenza quasi imprescindibile. Ma perché le allergie si manifestano in auto? Semplice: basta un finestrino aperto, anche di poco, e pollini di diversa specie possono fare irruzione nell’abitacolo.

Ma è anche lo smog a irritare naso, occhi e gola: ecco quindi spiegate le principali cause delle allergie alla guida. A essa si sommi una trascuratezza nell’igiene dell’abitacolo: se non viene pulito periodicamente, non è da escludere che la polvere accumulata possa dare luogo a un’allergia.

Che cosa fare

Per prima cosa, se si è allergici a qualcosa in particolare – per esempio graminacee, ambrosia, ecc – nel periodo della fioritura della specie incriminata, meglio tenere i finestrini sempre ben chiusi.

Un altro aspetto da non sottovalutare è la massima cura della pulizia e dell’igiene della vettura, soprattutto dei sedili, spesso ricettacolo di polvere. Inoltre, in caso di allergie conclamate, meglio chiedere una consulenza al proprio medico e farsi prescrivere degli antistaminici, ma in questo caso si va ad aprire un altro capitolo.

Questi farmaci, infatti, possono generale sonnolenza e pertanto sono ben poco idonei per chi deve mettersi alla guida. Meglio comunque sentire il parere di un esperto allergologo, sarà egli stesso a indicare la giusta cura.

Ultima modifica: 29 Marzo 2019