BMW i Vision Dee, il futuro digitale dell’auto

87 0
87 0

BMW i Vision Dee, al CES di Las Vegas il Marchio bavarese ha presentato un prototipo che prospetta l’auto digitale. Sotto tutti gli aspetti: Dee è l’acronimo di Digital Emotional Experience.

BMW i Vision Dee, un antipasto del futuro prossimo

L’auto accompagna chi è a bordo, con la guida autonoma e tutti i servizi, ma anche potendo proiettare un film. O ambienti virtuali, per una esperienza emozionale. Non fredda digitalizzazione, ma tutto è accompagnato da una visione vera e propria.

BMW i Vision Dee

Gli schermi sono i parabrezza e i finestrini. Una sorta di incrocio tra realtà aumentata e virtuale. “Parlano” con immagini e colori persino parti della carrozzeria.

Speciale in tutto

Il parabrezza è il centro nevralgico, con quattro livelli di quantità e tipo di informazioni che posso essere visualizzate sullo head-up display. Dal virtuale al classico analogico.

Volante, molto originale nel design, e pedaliera restano ben presenti. BMW, a piena ragione, pensa che la guida dell’uomo sia ancora fondamentale.

Lo stile è quello di una berlina, con dettagli molto avanzati e una carrozzeria che potrebbe indicare le forme dei prossimi modelli.

Nel 2025 BMW lancerà la piattaforma Neue Klasse, votata alla massima interazione tra elettrificazione e digitalizzazione. La i Vision Dee potrebbe essere il primo antipasto.

Leggi ora: BMW 3.0 CSL 2022, leggera e speciale. Per pochissimi

Quanto costa la BMW più economica?

La BMW più economica è la Serie 1, con prezzo da 28.250 euro

Ultima modifica: 6 Gennaio 2023

In questo articolo