Il Gruppo PSA presenta il programma AVA per la guida autonoma

3577 0
3577 0

Il Gruppo PSA ha svelato il suo programma AVA (Autonomous Vehicle for All) agli Innovation Days vicino Parigi. Si tratta della base per la realizzazione del veicolo a guida autonoma e delle soluzioni tecnologiche associate.

Le prime funzioni di aiuto alla guida sono già disponibili sugli ultimi modelli dei marchi Peugeot, Citroën e DS. A partire dal 2018, saranno adottate alcune funzioni di guida automatizzate. Poi, a partire dal 2020, alcune funzioni progressivamente autonome offriranno al conducente la possibilità di delegare la guida al veicolo, senza supervisione.

Queste funzioni gli permetteranno di vivere il viaggio in modo diverso, senza costrizioni e senza fatica, soprattutto in situazioni di guida monotone. Questa tecnologia sarà accessibile a tutti grazie a interfacce semplici e intuitive.

PSA sviluppa una nuova architettura elettronica (NEA) – praticamente il sistema nervoso centrale della vettura – che garantisce la sicurezza di funzionamento in tutte le situazioni, la sicurezza dei passeggeri e la sicurezza dei dati. Questa NEA è progettata in modo ingegnoso, modulare ed evolutivo.

Inoltre tecnologie di percezione, che permettono di ricostruire l’ambiente del veicolo nonché alcuni algoritmi di guida automatica, che integrano elementi costitutivi di intelligenza artificiale.

Gruppo PSA partecipa attivamente agli sviluppi regolamentari e normativi che accompagnano l’arrivo del veicolo a guida autonoma, segnatamente le omologazioni e l’armonizzazione delle infrastrutture. Gli Innovation Days sono un’occasione per sperimentare i veicoli dimostrativi della guida autonoma di livello 3 “eyes off” e 4 “mind off” in condizioni di circolazione reale.

Ultima modifica: 26 Giugno 2017