smart #1, nuova era. La prova del Suv elettrico

6136 0
6136 0

di Giuseppe Tassi

Un altro mondo. Il futuro di smart si apre con un cancelletto. Quel simbolo, familiare al linguaggio del web, delimita e rimanda a un argomento o apre una serie numerica: smart #1 appunto per dire che una nuova era è cominciata.

Dopo l’anteprima romana di qualche mese fa, ecco davanti a noi sullo sfondo suggestivo dell’oceano, nei pressi di Cascais, la nuova creatura del brand del gruppo Mercedes. Fresca, colorata con toni squillanti di giallo e rosso e tetto nero smart#1 guadagna punti in fatto di estetica e gradevolezza rispetto al prototipo total white mostrato a Roma.

smart #1, nuova era. Laprova del Suv elettrico - eu-pro-lightning-metablack-lumenyellow-ext-001-3-4-front-urban Grande

La campagna di lancio è partita da pochi giorni e l’auto sarà ordinabile dal 18 ottobre nella nuova rete di concessionari smart Italia al prezzo di 40.650 euro.

L’ultima nata è un crossover di segmento B, il più apprezzato dai guidatori cittadini. Nasce dall’accordo fra Mercedes e la cinese Geely, oggi maggior azionista del marchio della Stella. Costruita in Cina su una nuova piattaforma elettrica, apre prospettive nuove al brand smart. Perché si tratta di una vettura intelligente, innovativa con richiami stilistici che miscelano un look di morbide curve anni Sessanta e tecnologie avveniristiche.

Fari sottili, griglia vistosa, cerchi da 19 pollici, linea che richiama un po’ il mitico ’Squalo’ DS, smart #1 è lunga 4,27 metri ed è sospinta da un motore elettrico da 272 cv con batteria da 66 kWh.

L’autonomia oscilla fra i 420 e 450 km, il bagagliaio arriva a 411 litri di capacità.Le maniglie sono a scomparsa, gli interni essenziali concentrano le funzioni nel grande touchscreen da 12,8 pollici e cancellano ogni tipo di pulsante.

Il cruscotto richiama per purezza quello della Tesla e il grande tetto panoramico aggiunge un plus alla vettura. L’interfaccia con il guidatore è affidata a una simpatica volpe che diventa l’Avatar, l’interlocutore per ogni tipo di domanda anche utilizzando il comando vocale. All’interno di smart#1 si viaggia comodi in quattro, con ampi spazi a disposizione e sedili confortevoli, nel silenzio assoluto della propulsione elettrica. I tratti autostradali diventano un tappeto volante su cui scorrere a velocità di crociera.

Su strada, da 272 fino ai 428 cv della Brabus

Ma i 272 cv del modello base e, soprattutto i 428 della versione Brabus, quella più grintosa e corsaiola, si fanno sentire con accelerazioni fulminee (3,9 secondi 0-100).

La frenata rigenerativa è molto efficace e anche un semplice rallentamento regala nuova energia alla batteria, grazie al freno motore molto sensibile, al punto da richiedere un rilascio molto graduale dell’acceleratore.

Lo sterzo è agile e il comportamento in curva si esalta fra le dune che sovrastano l’oceano. Di fatto un’auto per tutti i percorsi, che scavalca la dimensione di city car e si propone come naturale competitrice della Mini elettrica. Anche per l’assortimento dei colori e la possibilità di personalizzare il modello durante la fase di acquisto online o presso i concessionari. La nuova era è anche questo.

Ultima modifica: 4 Ottobre 2022

In questo articolo