Skoda Octavia, piacere di guida e autonomia record a metano

19624 0
19624 0

Sul biglietto da visita di Octavia, modello di grande successo di Skoda (che fa parte del Gruppo Volkswagen), sta scritto in bella evidenza che dal 2014 è la Wagon più venduta in Europa.

A livello mondiale la terza generazione di Octavia, lanciata nel 2013, ha già abbondantemente superato il milione di esemplari commercializzati. Mentre sul mercato italiano si trova stabilmente ai vertici nelle graduatorie delle vendite delle “familiari” del Segmento C.

Nonostante il buon indice di gradimento da parte della clientela del Vecchio Continente Octavia, nelle versioni berlina e wagon, è stata sottoposta a un profondo restyling. Che ha riguardato il design, soprattutto il frontale e il gruppo luci. E i contenuti di tecnologia, comfort e sicurezza.

Confermate poi le doti di abitabilità, capacità di carico, affidabilità e versatilità che stanno alla base del successo di vendite. La gamma Octavia è articolata non solo su Berlina e Wagon, ocn motori benzina e diesel da 85 a 150 cv. Ma comprende anche una versione sportiva (RS) spinta da un 2.0 turbo da 245 cv. In grado di toccare come velocità massima i 250 km/h e di scattare da 0 a 100 in appena 6,6 secondi. Presente anche la trazione 4×4 nella Scout con assetto rialzato e cambio automatico DSG a 7 rapporti.

Metano ok!

La più interessante riguarda la versione a metano. Particolarmente apprezzata da chi deve percorrere molti chilometri e ricerca costi contenuti per il carburante. Senza dimenticare la grande autonomia che raggiunge i 1.330 km. Questo grazie ai 410 km dalle due bombole a metano e i 920 dal serbatoio da 50 litri di benzina.

Nella prova su strada lungo un percorso tortuoso attorno al lago di Garda e sul monte Baldo, il piccolo bi-fuel 1.4 TSI G-TEC con 110 cv si è dimostrato veloce (195 km/h), scattante (da 0 a 100 in 11”). Silenzioso, senza buchi di potenza nelle riprese da un basso numero di giri. E con consumi particolarmente ridotti. Ovvero (3,5 kg di metano per 100 km e 18 km di percorrenza con un litro di benzina).

Inavvertibile il passaggio in corsa dall’alimentazione a metano a quella a benzina. E non risultano apprezzabili differenze tra i due carburanti quando si spinge a fondo sull’acceleratore. Nelle vetture bi-fuel equipaggiate con il cambio automatico DSG a 7 marce si registra il livello più basso di CO2. Solo 98 g/km per la Berlina, 99 per la Wagon. Per Skoda la Guida-Green dunque è soprattutto quella bi-fuel, a benzina e metano. E per promuovere questa scelta c’è, dulcis in fundo, il prezzo particolarmente allettante. Infatti  la nuova Skoda Octavia a metano a 18.900 euro.

Roberto Mazzanti

HyperFocal: 0

Ultima modifica: 5 Ottobre 2017