Mazda CX-60, come va il grande Suv giapponese

1146 0
1146 0

Un Suv speciale, fuori dal coro e avanzato, fedele al retaggio del Marchio. I valori di Mazda trasferiti in quello che è il modello più potente di sempre della casa giapponese. Oggi Cx 60 e-Skyactiv Phev, da 327 cavalli benzina.

Domani un super diesel ‘pulito’ 6 cilindri di 3.3 litri mild hybrid con una ridotta (dal 127 a 139 gr/km) emissione di anidride carbonica.

Mazda CX-60, come va il grande Suv giapponese 4

In questi giorni i 750 clienti che al buio l’hanno già prenotata, troveranno nelle concessionarie italiane quello che rappresenta il primo plug-in di un marchio entrato nel mondo premium con un prodotto di elevata qualità.

L’unione del motore termico ed elettrico garantiscono prestazioni di rilievo (0-100 km/h in 5,8 secondi), con una autonomia in elettrico di 63 km, a una velocità massima di 100 km/h.

Come va su strada

Come anche i prezzi: quattro diversi allestimenti, si parte dai 52mila euro del modello Prime Line ai 58mila della Takumi. Un lungo percorso di progettazione ha portato alla nascita di questo suv dal design accattivante, imponente nelle dimensioni, dall’eccellente comportamento su strada.

Gli interni eleganti ed essenziali, mettono a proprio agio il conducente.

La ricerca maniacale giapponese nell’integrare uomo e macchina, risulta ancora più rilevante con il nuovo Driver Personalization System. Una telecamera registra la posizione degli occhi del guidatore ne inserisce l’altezza. In modo da regolare in automatico sedile, volante e specchietti.

Le impostazioni si ripristinano grazie al riconoscimento facciale

CX-60 a gasolio, come e quando

La turbodiesel sarà disponibile sia a trazione posteriore che integrale. La prima con 200 cavalli (prezzi da 50mila euro) e un consumo di 4,9 litri/100 km, la seconda spinta da 249 cavalli da 55mila euro. Molta sostanza, oltre alla forma.

Leggi ora: il primo contatto statico con la nuova, grande Mazda

Ultima modifica: 18 Settembre 2022

In questo articolo