Huracan GT3 EVO2, la terza generazione della Lamborghini da corsa | VIDEO

1131 0
1131 0

Lamborghini Huracan GT3 EVO2,  terzo atto. La nuova generazione per le competizioni di classe GT3 progettata e sviluppata dalla Squadra Corse di Sant’Agata Bolognese sulla base della Huracan STO (qui la prova di QN Motori) con la quale condivide elementi di design, la trazione posteriore e il motore V10 aspirato, che nella versione stradale eroga 640 cavalli. 

Lamborghini Huracan GT3 EVO2 - 29

Rispetto alla Huracan GT3 EVO, omologata nel 2019 su base Huracan EVO stradale, la GT3 EVO2 risponde al nuovo regolamento tecnico FIA 2022 e presenta soluzioni aerodinamiche e un sistema di aspirazione inediti. 

L’inconfondibile airscoop dal design esagonale e la pinna posteriore derivano da Huracan STO e contribuiscono ad una maggiore efficienza del sistema di aspirazione ed un miglior bilanciamento della vettura. L’airscoop è collegato a uno snorkel, in sostituzione delle prese d’aria laterali, che convoglia in modo ottimale il flusso d’aria direttamente nel motore, rendendo la risposta più reattiva rispetto alle richieste del pilota.

L’introduzione di 10 corpi farfallati attuati elettronicamente incrementa l’efficienza del V10 con valvole in titanio; l’intero sistema, progettato da Lamborghini Squadra Corse, è fissato al motore da sole quattro viti, soluzione introdotta per la prima volta su Essenza SCV12, per facilitare gli interventi di manutenzione.    

La carrozzeria totalmente in carbonio sfoggia un design muscoloso realizzato in collaborazione con il Centro Stile Lamborghini. I nuovi splitter, il diffusore e il fondo migliorano l’efficienza aerodinamica. I fondi in carbonio, rivestiti in fibra Zylon ad alta resistenza, garantiscono insieme al nuovo diffusore un maggior carico aerodinamico rispetto all’attuale GT3 EVO.

Le innovazioni riguardano anche l’ala posteriore, fissata su piloni in lega di alluminio (Ergal 7075 T6), ispirati a quelli della STO. I nuovi supporti consentono maggiore precisione nella regolazione dell’ala stessa rispetto a quelli del modello EVO. La vettura viene consegnata con pneumatici Pirelli, storico partner Squadra Corse, PZero da 325/680-18 all’anteriore e 325/705-18 al posteriore.  

Il rollcage ridisegnato, con l’introduzione di due montanti posteriori, e gli inediti pannelli laterali in carbon-kevlar multistrato a nido d’ape, già testati su Essenza SCV12, incrementano la sicurezza in caso di impatto sulle portiere in rispetto dei regolamenti FIA 2022. Cambia il fissaggio dei finestrini laterali in plexiglas, ora fissati al pannello porta in carbonio tramite una corona di viti, per una maggiore rigidità strutturale e affidabilità. 

Aggiornato anche il sistema frenante con nuove pinze e pastiglie progettate da Squadra Corse per ottimizzare le performance sia nelle gare endurance che sprint. Queste soluzioni, abbinate ai sistemi dedicati di controllo trazione (TCS) e antibloccaggio (ABS), sono state sviluppate per rendere la vettura facilmente controllabile in condizioni di bassa aderenza anche dai gentlemen driver. 

Le parole di Giorgio Sanna, Lamborghini Head of Motorsport

La nuova Huracan GT3 EVO2 non è semplicemente un’evoluzione della vettura attuale. È un progetto nuovo che rafforza il trasferimento tecnologico tra il dipartimento motorsport Lamborghini e l’azienda e che eredita due non facili compiti: dimostrarsi vincente quanto le generazioni precedenti di Huracan GT3, capaci di conquistare oltre 40 titoli internazionali in sei stagioni, ed eguagliarne il successo commerciale contribuendo a raggiungere l’obiettivo di 500 Huracan da corsa vendute dal 2015”.

Lamborghini Huracan GT3 EVO2 e Huracan STO

La vettura sarà consegnata ai clienti a partire dal secondo semestre del 2022, tutti i modelli Huracan GT3 EVO possono essere aggiornati alle specifiche GT3 EVO2 tramite un kit evoluzione. Il debutto in pista è programmato alla 24 Ore di Daytona 2023. Pronta ad aggredire l’asfalto: battesimo del fuoco allo International Speedway, con grandi aspettative.

Lamborghini Huracan GT3 EVO2, foto ufficiali

Ultima modifica: 5 maggio 2022

In questo articolo