La Bmw cresce ancora, ora si punta su elettriche e ibride

2568 0
2568 0

Si è chiuso con un +5,3% il 2016 del Gruppo Bmw. Un altro anno di crescita per la Casa tedesca, che lo scorso anno ha venduto 2.367.603 veicoli. Cresciuto anche il mercato delle moto del gruppo con 145.032 consegne per un +5,9% rispetto all’anno precedente. Segno positivo per tutti i marchi, a partire dalla Bmw con 2.003.359 unità vendute (+5,2%), quindi Mini con 360.233 (+6,4%) e Rolls Royce a 4.011 (+6%) che rappresenta il secondo miglior anno nella storia del marchio.

Numeri che hanno reso positivo anche l’anno finanziario. Le 2.367.603 consegne hanno garantito un fatturato di oltre 94 miliardi di euro, l’utile è leggermente sceso da 9,5 miliardi a 9,3 miliardi, la disponibilità è invece salita a 13,1 miliardi di euro. In Europa è stato un anno record, con il muro del milione di consegne abbattuto per il secondo anno consecutivo e un futuro con grandi ambizioni.

Si punterà sull’elettrico e sull’ibrido, con l’amministratore delegato Harald Kruger che prevede un nuovo incremento delle vendite e dei profitti. Entro il 2018, il Gruppo Bmw prevede di lanciare 40 novità e restyling. Quest’anno si punta a vendere 100mila auto elettriche grazie all’allargamento della gamma delle vetture a basse emissioni che ora conta sette modelli. A breve verrà presentata la Serie 5 iPerformance, mentre verso fine anno ecco che il marchio Mini accoglierà la Countryman Ibrida. Nel 2019 è poi attesa la prima mini completamente elettrica, mentre nel 2021verranno messe sul mercato le prime Bmw a guida autonoma.

Ultima modifica: 21 Marzo 2017