Incidenti stradali, allarme bambini: decessi in aumento

2648 0
2648 0

Incidenti stradali, allarme bambini: decessi in aumento. Questo il segnale di grande preoccupazione inviato dall’ASAPS.

Lo riportiamo, perché merita di essere letto con la massima attenzione.

Avevamo pronti i dati dell’Osservatorio ASAPS del primo semestre 2017 sulla mortalità dei bambini da 0 a 13 anni sulle strade italiane. Con 13 piccole vittime nei primi sei mesi. Eravamo quasi contenti (è un modo di dire ovviamente) perché rispetto alle 23 piccole vittime del primo semestre 2016 osservavamo a un bel calo del 43%.
Poi abbiamo cominciato a conteggiare i dati dei due mesi estivi di luglio e agosto. E gli entusiasmi si sono raggelati. Sono stati 12 i piccoli morti sulle strade nei due mesi della canicola. 7 a luglio e altri 5 ad agosto, portando a 25 il numero dei lenzuolini bianchi stesi sulle strade. Ne avevate sentito parlare? Abbiamo letto e visto in estate servizi televisivi di alcuni bimbi morti nelle piscine. O travolti da un cancello uscito dalle guide. Ma di quelli morti sulle strade un imbarazzante silenzio pressoché totale.

La delusione era già stata grande quando avevamo visto i dati Istat degli incidenti 2016. Con il drammatico aumento delle vittime fra i bambini (+25,6%), 
Questo il dato angosciante. Nel 2016 si sono registrate 10 vittime in più rispetto all’anno prima tra i bambini 0-14 anni (49 rispetto ai 39 dell’anno precedente: +25,6%). Il report dell’ASAPS del 2016 conta addirittura 53 piccole vittime. Ma il nostro Osservatorio calcola anche i bambini morti per incidenti con trattori agricoli.

La sconfitta e le colpe

Il segno chiaro di una sconfitta che perdura e che deve impegnarci ulteriormente per arrivare al sogno di una visione zero bambini morti sulle strade. Per ogni bambino morto c’è sempre almeno un adulto colpevole!
Ma le colpe non finiscono qui. E’ una colpa anche il fatto che di questi 12 bambini morti sulle strade in questa terribile estate non si sia accorto e non abbia parlato nessuno.
Per questo l’ASAPS ha il dovere di continuare in questo suo forte impegno per sognare un futuro senza bambini morti sulle strade. Noi intanto ne parliamo!

Ultima modifica: 4 Settembre 2017