Il ritorno di Hispano Suiza, a Ginevra con una sportiva elettrica

2329 0
2329 0

Una sportiva elettrica al prossimo Salone di Ginevra segnerà il ritorno sulla scena di Hispano Suiza. La Casa spagnola, fondata a Barcellona a inizio ‘900, è stata una delle più importanti nel segmento lusso fino alla Seconda Guerra Mondiale. Tanto da rivaleggiare con Rolls-Royce tramite vetture eccezionali. Ad esempio, la J12 del 1931 con un motore V12 da 9.5 litri.

Sparita con lo scoppio della guerra e poi inglobata dal gruppo Safran, ora tornerà con una vettura elettrica. Non si conoscono altri dettagli, se non che la presentazione avverrà al Salone di Ginevra. E’ stato rilasciato solamente un tesser, che mostra un certo richiamo alle forme delle vetture Hispano Suiza di 80 anni fa.

Nonostante la lunga assenza dalle scene, la Casa spagnola ha un certo feeling con le auto elettriche. “All’inizio della storia dell’azienda, nel 1900 fu costruita la prima elettrica al mondo“, ricorda il presidente Miguel Suqué Mateu, pro-pro nipote del fondatore. “Quel prototipo non arrivò però mai alla produzione. Ora, 119 anni dopo, nel marzo 2019, Hispano Suiza avrà la sua prima elettrica. Realizzeremo il sogno del mio bisnonno. Sarà costruita a Barcellona e avrà prestazioni eccezionali“.

Sempre a Ginevra, nel 2010, Hispano Suiza mostrò una supercar ibrida basata sulla Audi R8. L’auto montava un V10 da 5.2 litri maggiorato con due turbocompressori per una potenza di 600 cavalli. A questo si aggiungeva un motore elettrico per portare la potenza totale a 740 cavalli. L’auto non arrivò mai in produzione, a differenza di ciò che si intende fare con la nuova elettrica in arrivo il prossimo marzo.

Ultima modifica: 2 Novembre 2018